INFERMERIA – Salvatori fa il punto da Lulic a De Vrij

ROMA – Il medico sociale della Lazio, Stefano Salvatori, ha parlato ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste in merito alle condizioni degli infortunati biancocelesti. Lulic: “Il ragazzo mi ha confermato che sta svolgendo i normali controlli specifici secondo protocollo. Si cerca il marcio anche quando non c’è. Tornerà a Formello…

di redazionecittaceleste

ROMA – Il medico sociale della Lazio, Stefano Salvatori, ha parlato ai microfoni della radio ufficiale biancoceleste in merito alle condizioni degli infortunati biancocelesti. Lulic: “Il ragazzo mi ha confermato che sta svolgendo i normali controlli specifici secondo protocollo. Si cerca il marcio anche quando non c’è. Tornerà a Formello intorno al 23 per ulteriori valutazioni. Siamo ampiamente nei tempi, all’interno delle 5 settimane”. Gentiletti: “Ormai manca poco al rientro definitivo. Tutto procede alla grande e speriamo di averlo qui già all’inizio della prossima settimana. Dovrà poi riprendere confidenza con il campo e con il grappo. Il nostro obiettivo è quello di renderlo convocabile a metà marzo. Potrebbe essere disponibile in quella data per i 90 minuti”.

 

 

 

Braafheid: “Abbiamo preferito per precauzione dargli una settimana aggiuntiva di recupero. In questi giorni sul campo non ha palesato problemi”. Djordjevic: “Ha cominciato a caricare attraverso un tutore che si utilizza anche per le caviglie. Qualche punto è stato tolto parzialmente. Completeremo l’operazione la settimana prossima. Sta lavorando moltissimo in questa fase iniziale. Ci vuole almeno un tempo di 30 giorni dall’intervento per vedere bene come l’articolazione avrà superato il periodo”. Ciani: “La sua è una brutta lesione. Vogliamo essere molto cauti e non vogliamo sbilanciarci nel dare una data di rientro certa. Sta effettuando la prima parte del protocollo in Francia ma i tempi sono lunghi”. Perea: “Ha registrato un trauma contusiva forte all’avampiede sulla caviglia già operata. Effettueremo degli esami”. De Vrij: “Lo stiamo gestendo, facendogli fare come ieri ogni tanto un lavoro di scarico. Ci sono stati dei miglioramenti ma non possiamo cantare vittoria. Tramite plantari specifici il ragazzo sta rispondendo bene”. Marchetti: “Essendo un portiere questi traumi potrebbe dare problemi nelle cadute. Tornerà a mobilizzarsi martedì e vedremo come reagirà. Siamo ottimisti perché è abbastanza tenace e resiste al dolore”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy