Lazio, questa l’hai buttata via! E domenica c’è il replay

La Lazio saluta la Coppa Italia e si prepara ad un altro Atalanta-Lazio

di redazionecittaceleste

ROMA – Sorride la Dea, piange l’Aquila. Tutt’altro che felice, è stato il pomeriggio bergamasco della Lazio di Simone Inzaghi, costretta ad abbandonare prematuramente la Coppa Italia. In semifinale, va il Gasp. Peccato, peccato davvero. Innanzitutto perché la Coppa Italia poteva rappresentare il fiore all’occhiello della stagione della Lazio: in campionato sarà tutt’altro che facile spuntarla – comunque è in piena corsa – vista la bagarre innescata dalle 7 sorelle di testa; in Champions League l’avventura rischia di interrompersi agli ottavi – ed è comunque un ottimo risultato – al cospetto dei campioni in carica del Bayern Monaco. Insomma, la Coppa Nazionale avrebbe potuto rappresentare quel surplus di emozioni per la stagione capitolina. E poi c’è un altro peccato, ossia che la Lazio, questa partita, l’ha letteralmente buttata via. Così scrive l’edizione odierna del Corriere dello Sport alla quale non si può certo dare torto.

La Lazio gioca un buon primo tempo, con qualche distrazione difensiva sì – ma pure gli avversari non sono da meno – ma all’insegna della voglia e del carattere. Voglia e carattere che si sono ben evidenziati in occasione dell’uno-due che ha sancito il momentaneo sorpasso sotto il segno di Muriqi ed Acerbi. Poi avviene il patatrac, il quale ha anche un colpevole che più degli altri merita di essere sacrificato sull’altare delle colpe: Wesley Hoedt. Ma, singoli a parte, la Lazio l’ha buttata via perché ha palesato meno carattere nei momenti topici del match ma anche meno voglia di volerla vincere, la partita. Prendere gol in superiorità numerica è grave, poi la Dea fa il resto con un abbassamento del baricentro che di fatto anestetizza il match. I cross tentati dalla Lazio nell’assedio finale sono un vuoto a perdere.

REPLAY – Non si muove da Bergamo la Lazio, domenica c’è un altro Atalanta-Lazio e sarà bene il caso di imparare dagli errori di ieri. Un doppio ko sarebbe un colpo mortale all’umore della squadra. Un successo rilancerebbe ancor di più le Aquile verso il quarto posto, e curerebbe a dovere le ferite di un Coppa Italia salutata così prematuramente. Servirà il carattere mancato ieri, non c’è altra scelta dinanzi a questa Atalanta. Alla morte. >>> Nel frattempo, parlando di Lazio, ci sono anche altre notizie importanti che stanno arrivando proprio in questi minuti <<<

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy