REPUBBLICA – Petkovic e il mal di gol “Torniamo cinici e concreti”

TRE gol nelle ultime sette partite di campionato. In cinque di queste, la Lazio è rimasta a secco. Numeri devastanti per l’attacco di Petkovic, che ieri a Formello ha strigliato la squadra: «Dobbiamo ritrovarci a tutti i costi », l’input del tecnico. Soprattutto, la Lazio deve ritrovare Miro Klose, il…

di redazionecittaceleste

TRE gol nelle ultime sette partite di campionato. In cinque di queste, la Lazio è rimasta a secco. Numeri devastanti per l’attacco di Petkovic, che ieri a Formello ha strigliato la squadra: «Dobbiamo ritrovarci a tutti i costi », l’input del tecnico. Soprattutto, la Lazio deve ritrovare Miro Klose, il suo fuoriclasse. Non segna dal 15 dicembre: dopo l’infortunio del 3 febbraio, è stato fuori due mesi e ancora non ha ritrovato la condizione. In tutta la stagione, per il tedesco, 11 reti in 30 gare, contro le 16 in 35 partite dello scorso anno. Poi: Kozak non ha mai segnato in campionato, Saha è rimasto un oggetto misterioso, Floccari aveva illuso a gennaio con 4 gol e poi si è fermato, è a digiuno dal 9 febbraio. Risultato: la Lazio ha il dodicesimo attacco del campionato, preceduta anche da Bologna, Cagliari e Toro. L’ultima beffa è il sorpasso Inter, firmato da quel Rocchi ceduto a gennaio come Scaloni: potevano essere utili entrambi, ma ragionare con il senno di poi è facile. «Servono più cinismo e concretezza », tuona Petkovic: dai suoi attaccanti si aspetta che ritrovino il gol nelle ultime sei partite della stagione. Tutte decisive, a partire dalla sfida di Parma: torna Cana, squalificato Gonzalez, difficile il recupero di Lulic, in dubbio Radu.

Repubblica

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy