Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

notizie

The Rise of Nani: il 7 vuole prendersi la scena nel derby

L'ala portoghese è in forma e scalpita. Inzaghi deciderà di affidarsi a lui per avere la meglio sui rivali giallorossi?

redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA - La parola derby non è nuova per Luis Nani. Il portoghese arrivato in estate all'ombra del Colosseo ne ha giocati tanti - a Manchester, a Lisbona e ad Istanbul -, ma quello di Roma fa storia a sé. "È da quando sono arrivato quiche non mi parlano di altro. Il derby di Roma mette i brividi", queste le sue parole in un'intervista rilasciata alla Gazzetta dello Sport alcuni giorni fa. L'ala lusitana è pronta a prendersi la scena le match più importante, o almeno il più sentito su ambo le sponde del Tevere. Il suo stato di forma è in crescita, si allena duramente e segna nelle amichevoli e in partitella a Formello proprio per mettersi in mostra agli occhi di mister Inzaghi. Ci spera, Nani. Ha voglia di emergere e diventare un beniamino della nuova tifoseria che tanto caldamente lo ha accolto e pazientemente lo ha atteso. Si sta calando nella realtà capitolina e vorrebbe avere la chance di scendere in campo contro gli acerrimi rivali, ma la presenza quanto mai ingombrante di Luis Alberto non gli faciliterà il compito.

MENTALITA' VINCENTE

L'ex-Manchester United è stato portato nella Capitale anche per partite come queste, sfide dove servono nervi saldi e attributi per non farsi sopraffare dall'emozione e dall'ansia che normalmente può coglierti in questi momenti. Naniha giocato match di livello assoluto - finale di Champions League, finale dell'Europeo -, quindi conosce bene queste situazioni. E' stato acquistato per portare in biancoceleste quella tanto agognata mentalità vincente che più di una volta è mancata alla Lazio. Adesso starà innanzitutto ad Inzaghino schierarlo in campo, successivamente starà all'esterno lusitano determinare in uno dei derby potenzialmente più spettacolari degli ultimi dieci anni. Chi vivrà vedrà, spererà, sognerà e perché no: festeggerà. Ma la stracittadina non sarà un'occasione di rivalsa solamente per l'ex-Valencia, ma anche per due calciatori che arrivano da una cocente delusione in Nazionale: CONTINUA A LEGGERE

Potresti esserti perso