• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Zoom – Dietro Strakosha il nulla o quasi. Chi è il portiere di coppa?

Zoom – Dietro Strakosha il nulla o quasi. Chi è il portiere di coppa?

Mentre sul mercato si pensa a sostituire Keita, la questione legata al sostituto del portiere albanese sembra essere passata in seconndo piano. Si rivelerà una mossa saggia?

di redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Siamo arrivati all’ultimo atto di questo calciomercato. L’ultimo giorno, fatto di speranze e preghiere, di trattative last-minute che possano risolvere i problemi di una squadra al fotofinish. Giornata di cessioni e acquisti doverosi, come nel caso della Lazio che questa mattina ha abbracciato Nani e che è al lavoro per sostituire Keita. Ma queste situazioni stanno facendo dimenticare un altro aspetto importante: la porta. Finora i pali biancocelesti hanno solamente un protettore: Thomas Strakosha; un po’ poco per un team che dovrà affrontare ben tre competizioni.

TALENTO E SICUREZZA

strakosha-1

Cominciamo valutando le prestazioni dell’estremo difensore albanese in queste prime tre gare ufficiali della stagione. Il primo match disputato è di quelli che rimangono scolpiti nella memoria non solo dei tifosi, ma anche – com’è normale che sia – dei protagonisti in campo, coloro che hanno alzato al cielo la Supercoppa Italiana. Soprattutto di chi, come Strakosha, gioca con l’aquila sul petto da quando ha 17 anni . E nel match più importante, Thomas non ha deluso. Anzi, ha tenuto a galla la Lazio con tre grandissime parate ad inizio partita avvenute durante il momento migliore della Juventus. Su quegli interventi la squadra capitolina ha potuto costruire la sua partita e quindi a trionfare dopo il 90esimo. Per quanto riguarda le due sfide di campionato (il pareggio con la Spal e la vittoria all’ultimo respiro sul Chievo), l’apporto dell’ex-portiere della Primavera biancoceleste è stato ancora decisivo. Soprattutto nell’ultimo match contro i clivensi, il giovane albanese ha sbarrato la porta con interventi pregevoli e evidenziando una sicurezza nei propri mezzi sempre maggiore. La Lazio allora può sorridere per un giovane che sta maturando continuando a dimostrare sul campo il proprio valore. Ma se dovesse infortunarsi o semplicemente riposare in qualche occasione? In porta si ritroverebbe Ivan Vargic, che almeno per il momento non ha dato l’impressione di poter essere una sicurezza in porta.

MERCATO, PENSACI TU

A parte Vargic, in rosa sono presenti altri due portieri: il giovane e inesperto Guido Guerrieri e Federico Marchetti, che solo l’anno scorso era ancora considerato il titolare inamovibile della Prima Squadra della Capitale. Adesso la situazione è diametralmente opposta e l’ex-portiere della Nazionale è visto come un esubero. Lle alternative di qualità a Strakosha scarseggiano. In una stagione piena di impegni come quella appena iniziata c’è bisogno di seconde linee valide; per questo la speranza è che la dirigenza decida di trovare una soluzione definitiva anche per quanto riguarda il secondo portiere. Affidarsi un anno intero solamente ai guantoni del giovane Thomas potrebbe rivelarsi un boomerang. Intanto Nani è sbarcato a Roma: CONTINUA A LEGGERE

13.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy