Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

serie a news

Extra Lazio – Salernitana, cambiano le carte in tavola: smentita un’offerta

Salernitana, Lotito e Fabiani

Continua il contro alla rovescia per definire il futuro del club campano, ma arrivano nuovi importanti aggiornamenti sulle offerte sul tavolo

redazionecittaceleste

AGGIORNAMENTO MARTEDÌ 28 DICEMBRE - Ancora aggiornamenti da parte del CorSport in merito alla questione relativa al club campano. Implenia ha smentito l'interesse a investire in società calcistiche rispondendo a salernitananews.it. E oggi bisognerà capire se Console&Partners presenterà la sua offerta di 40 milioni. Al momento, insomma,  l'offerta più concreta sembra essere quella del gruppo Agnello, coordinato da Domenico Cerruti e da Simone Ferrara. Rimane infine viva l'idea ponte legata all'avvocato Michele Tedesco e al notaio Roberto Orlando. Ma, intanto, il tempo scorre e al gong mancano meno di 96 ore.

 

Il Natale a Salerno ha portato sotto l’albero rilanci e speranza. Quella di oggi sarà una data cruciale per il club granata, a cinque giorni dalla data ultima per vendere il club. Il limite del 31 dicembre, infatti, è rimasto irrevocabile per la Federazione, che è stata piuttosto netta in merito. Sarà un giorno importante quello odierno, come anticipato, per la convocazione dell’assemblea dei soci che dovrà approvare il bilancio al 30 giugno scorso. L'approvazione formale, secondo il CorSport, dovrebbe arrivare oggi con riserva, in attesa della documentazione che attesti la continuità aziendale.

 Salernitana di Lotito

Intanto, la società svizzera Implenia ha rilanciato la sua offerta. Operante nel settore delle costruzioni e dei servizi edili, avrebbe messo sul tavolo 25 milioni. E vorrebbe affidare a Walter Sabatini il ruolo di direttore generale. Rimane vivo l’interesse poi del gruppo Agnello, coordinato da Domenico Cerruti e da Simone Ferrara. Sarebbero quattro i soci della cordata: due imprenditori romani - uno immobiliare, l’altro informatico - oltre a Francesco Agnello e a una società operante nel settore delle energie rinnovabili. L’offerta dovrebbe essere inviata domani e dovrebbe essere più bassa rispetto a quella di Implenia per poter poi investire di più nel club. La proposta di Console&Partners, invece, dovrebbe aggirarsi sui 40 milioni. E sarebbe appoggiata dal fondo lussemburghese Toro Capital e da Francesco Di Silvio con la Virtuoses Pictures Sa di Ginevra.

I Trustee saranno chiamati a decidere entro il 31 dicembre. E dovranno scegliere l’offerta più vantaggiosa e non necessariamente quella economicamente più alta. Rimane viva l’ipotesi ponte rappresentata da alcuni professionisti salernitani. Ma sembra soltanto un'ancora di salvezza per non far sparire il club campano. In caso di successo di una delle tre offerte lo scenario sarebbe già definito. Verrebbe sottoscritto un preliminare con il versamento del 5% di caparra. E si procederebbe quindi al rinvio di 45 giorni per la chiusura definitiva.