ESCLUSIVA – 45 più 7 di bonus per Biglia e Keita dal Milan

ESCLUSIVA – 45 più 7 di bonus per Biglia e Keita dal Milan

Lotito vuole cedere il senegalese solo ai rossoneri e non alla Juve. Se dovesse rifiutare, potrebbe accettare l’offerta di rinnovo a 2 milioni oppure rischierebbe la tribuna

AGGIORNAMENTO ORE 14:30 – Triplice fischio di Lotito: o Milan o rinnovo o tribuna, Keita è sul filo del fuorigioco. Dopo mesi di silenzi o frecciate, il presidente incontra martedì notte l’agente Calenda e gli comunica di aver trovato l’intesa con Mirabelli e Fassone anche per il senegalese. E’ un doppio accordo da 45 milioni più sette di bonus, secondo le nostre indiscrezioni, compresa la cessione di Biglia ( 4 i bonus per il capitano, fra il 15 e il 16 giugno le visite mediche): o anche il Balde giovane (20 milioni più 3 di bonus) accetterà la destinazione rossonera oppure dovrà rinnovare a 2 milioni (bonus compresi) con la Lazio. Altrimenti rischierà di finire in tribuna, se deciderà d’aspettare l’ “amata” Juve. Calenda ha preso tempo per parlare con  Keita che, prima di volare in Repubblica Dominicana, ha promesso di non voler andare a scadenza 2018 per riconoscenza, ma il presidente non si fida. Conscio della volontà del ex Barcellona di vestire bianconero, non vuole stare al gioco al ribasso di Agnelli e Marotta (nemici nelle ultime elezioni federali), che ancora sondano il terreno con appena 12 milioni più Sturaro. Il contrattacco della Vecchia Signora è dietro l’angolo, ma Lotito così la mette anche alle strette insieme al senegalese. 

AGGIORNAMENTO ORE 23 – E l’incontro con Calenda arrivò: la Lazio ha convocato l’agente di Keita martedì notte e gli ha comunicato di avere un’intesa non solo per Biglia ma anche per Keita con il Milan per 45 milioni. Si tratta dunque di un doppio accordo che coinvolge anche il senegalese che ha il contratto in scadenza nel 2018 e che da settimane continua ad aspettare solo la Juve, che però gioca al ribasso. Lotito non vuole cederlo alla Vecchia Signora, anche e soprattutto per una questione di rapporti, e “minaccia” il giocatore: o andrà al Milan o rinnoverà oppure finirà in tribuna la prossima stagione.

ROMA – Ecco il fatidico contatto con la Juve, ecco perché l’incontro con l’agente Calenda per Keita è in agguato. La Vecchia Signora fa sul serio: secondo le nostre esclusive indiscrezioni, prima offerta bianconera alla Lazio per il suo Balde giovane. Una proposta al ribasso da 12 milioni più l’inserimento nell’affare di Sturaro per un totale di 25 milioni. Lotito vorrebbe fare solo cash col senegalese, ma stavolta la contropartita può interessare, eccome. Il club biancoceleste è alla ricerca di una pedina a centrocampo che possa alternarsi a Parolo, Inzaghi – che aveva messo Benassi in pole su Freuler, Castro e Badelj – non disdegna affatto l’ex genoano per il suo centrocampo. Si può insomma unire l’utile al dilettevole.

GRATITUDINE

Keita, prima d’andare in vacanza, ha mostrato un rimorso di coscienza. Anzi di riconoscenza alla Lazio: segnali d’apertura del senegalese nel faccia a faccia con Lotito al rinnovo a quasi 2 milioni a stagione (bonus compresi) per scongiurare la scadenza nel 2018. Nessun trabocchetto, persino una via d’uscita (clausola) a 30 milioni per fare un giorno il grande salto. Ma se la Juve si presenterà prima con l’offerta giusta non ce ne sarà nemmeno bisogno. Il Balde giovane lo ha promesso, non vuole fare uno sgarbo a parametro zero a chi lo ha accolto, cresciuto e fatto esplodere, ma sogna di sbarcare subito a Torino e Lotito è pronto ad accontentarlo nelle giuste modalità: la Vecchia Signora si dovrà allungare ad almeno 15 milioni più Sturaro per convincerlo. 

PREMIER

Intanto tutti monitorano la situazione di Keita. L’ultima pista ora porta addirittura a Conte, che deve sostituire l’infortunato Hazard (frattura alla caviglia col Belgio). La voce del Chelsea rimbalza persino dal ritiro del Senegal, mai raggiunto dal Balde giovane per un fastidio al ginocchio che si porta dietro dalla sfida con l’Inter. Keita ha già detto no a Everton e Liverpool, i campioni d’Inghilterra hanno però tutt’altro blasone. Ma c’è la concorrenza di Felipe: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy