Keita a un passo dal suo record: “Io e la Lazio arriveremo in alto”

Keita a un passo dal suo record: “Io e la Lazio arriveremo in alto”

In 12 giornate già 4 gol. Si era fermato a 5 in Serie A alla stagione del suo esordio in 23 giornate

di ALBERTO ABBATE

ROMA – E’ a un gol dal suo personale record in Serie A: Keita ne aveva segnati 5 in 23 giornate nella stagione dell’esordio (2013/14) ma in 23 giornate. Poi appena uno in quella successiva e quattro proprio nell’ultima. Adesso ecco il quarto centro del Balde giovane nelle prime 12 giornate. Anzi, in realtà 10. Perché il senegalese era ancora fuori rosa contro Atalanta e Juve. Non s’era chiuso il mercato d’agosto e Keita aveva entrambi i piedi fuori dalla Lazio. Inzaghi lo ha voluto, riabbracciato, imposto pian piano al gruppo. Ed ecco i risultati. Una rete pesantissima al San Paolo e un’inaspettata voglia di condividerla con tutto il gruppo su Instagram: “Bella reazione di squadra, ci portiamo a casa un punto contro una squadra forte, non si molla”. Persino  il suo agente, Roberto Calenda, abbandona l’ascia di guerra: “Ancora decisivo. Ancora letale. L’unione fa la forza. Avanti così Keita”.

INZAGHI RIABBRACCIA KEITA

SALTO IN ALTO – Silenzio sul rinnovo (ma c’è un incontro della verità nei prossimi giorni, dopo l’offerta a 1,5 milioni e il vis-a-vis segreto con Tare), ma ora ci sono spiragli: “Vivo giorno dopo giorno, non posso dire nulla sul contratto”.  Adesso Keita è l’uomo delle reti pesanti, adesso Keita gioca persino seconda punta: “Non è il mio ruolo, ma sono più vicino alla porta e posso sfruttarlo”. Guarda caso, in quella posizione centra due reti con l’Empoli e al San Paolo. Un gol per riacciuffare il pareggio, tutto sommato giusto tra Napoli e Lazio: ”Un gol importante, che ci ha dato la possibilità di pareggiare veloce. Sono contento per il gol e per il pareggio, ci portiamo un bel punto a casa. E’ veramente importante questo punto per la classifica, il morale della squadra, siamo venuti qui per portare a casa dei punti e ci siamo riusciti. Arriverete tra i primi posti? Non so dove, ma lotteremo per le prime posizioni. Arriveremo in alto perché siamo all’altezza delle grandi in Italia. Noi proviamo a dare sempre di più, io provo a migliorare e divertirmi”». A superare se stesso: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy