Delio Rossi: “La Lazio può vincere, ma serve umiltà e consapevolezza”

Delio Rossi: “La Lazio può vincere, ma serve umiltà e consapevolezza”

Ecco le parole dell’ex tecnico biancoceleste ai microfoni di Radio Incontro Olympia…

ROMA –Turnover? Non ho mai avuto questo problema, ho sempre avuto una rosa corta. Inzaghi comunque è un allenatore avveduto e intelligente, quindi credo abbia preso la decisione migliore. Il turnover Allegri? La Juve gioca ancora su tre fronti, la rosa è di livello e ha a disposizione ancora 2 partite per fare 3 punti. Capitando la partita con la Roma in mezzo alla Champions e alla finale di Coppa Italia ci stavano scelte del genere. Fosse stata la gara decisiva allora l’avrebbe giocata in modo diverso. A fine anno c’è sempre del rammarico, ma ci si ricorda sempre delle ultime partite. Non si ricordano i risultati negativi avuti all’inizio. Anche per i calciatori e gli allenatori succede la stessa cosa: conviene fare bene a fine campionato, quello che succede all’inizio non lo ricorda mai nessuno”.

MOTIVAZIONI –  “La finale è una partita che ti carica da sola, soprattutto pensando all’avversario e alla location della sfida. Un allenatore può avere il problema contrario, deve alleggerire la preparazione perché si rischia di arrivare senza energie al fischio d’inizio. La Juve è favorita, ma nella finale secca può succedere di tutto. Non penso che i bianconeri siano in calo. Le assenze di Khedira e Pjanic? Non penso che peseranno. La Juve comunque ha perso l’unico trofeo stagionale contro il Milan che ha sicuramente qualcosa in meno della Lazio. Quindi sono fiducioso. Certo serve una Lazio stile derby: che sia umile ma consapevole dei propri mezzi.

RIGORI CON LA SAMP –  I calciatori, durante gli allenamenti, si divertono sempre a tirare i rigori. Poi quando arrivi a giocarti un trofeo vedi che c’è chi va a bere, chi fa finta di parlare col magazziniere, chi si gira volutamente dall’altra parte. Di solito segna sempre chi è più freddo, non chi ha più qualità tecniche. Comunque secondo me Lazio e Juve non arriveranno ai rigori. In un senso o nell’altro il match finirà prima…”. Anche gli obiettivi biancocelesti Gomez e Petagna hanno parlato oggi: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy