ESCLUSIVA – Carmignani: “La Lazio non ha la mente libera. Nani sprecone, Luiz Felipe non si condanna”

ESCLUSIVA – Carmignani: “La Lazio non ha la mente libera. Nani sprecone, Luiz Felipe non si condanna”

Torna la rubrica di Cittaceleste che dà voce ai radiocronisti Rai

di redazionecittaceleste

ROMA – La nostra redazione ha contattato Diego Carmignani, il radiocronista Rai che ieri pomeriggio ha raccontato Cagliari-Lazio:

Cagliari-Lazio, che partita ha visto?

“Ho visto i biancocelesti con la mente poco libera. La Lazio inebriante di qualche tempo fa ieri non è scesa in campo. E’ un periodo negativo, ma non solo per la sfortuna. C’è una scarsa tranquillità, dovuta forse anche al caso de Vrij. E non parlo solo della convocazione all’antidoping, ma soprattutto del contratto. Per quanto riguarda la squadra, ho visto un calo fisico. L’enorme superiorità tecnica della Lazio ieri pomeriggio non è venuta fuori. Solo con l’ingresso di Anderson è cambiata la manovra biancoceleste”.

Cosa ne pensa della prestazione di Nani e di quello che è accaduto dopo?

“Il portoghese non è più all’apice della carriera, ma avrebbe dovuto segnare in quella occasione creata da Felipe. Ha cercato di piazzarla bene e invece ha tirato fuori. Non era una palla semplicissima da insaccare, ma un cecchino come Immobile non avrebbe mai sbagliato. La lite con il tifoso? Spesso queste voci vengono gonfiate, non so che cosa è successo e non ne parlo”.

Luiz Felipe ha commesso un grave errore, punterebbe su di lui?

“E’ giovane, non si può già condannare. Secondo me farà molto bene, potrebbe essere un altro top acquisto di Tare. Il pasticcio comunque non l’ha commesso solo lui, ma anche Basta, con un passaggio troppo lento, e Strakosha. E’ stato un errore collettivo, per via di poca lucidità”.

Dinamo Kiev e quarto posto, la Lazio può farcela?

“Giovedì i biancocelesti possono passare il turno. Se giocheranno con la testa libera non avranno problemi. La Champions? Vedo le romane favorite. La Roma adesso è in crescita e le vittorie aiutano a vincere, ma sarà una sfida alla pari per il terzo posto”.

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

MAURICIO: “ALLA LAZIO NON ERO FELICE”

IMMOBILE: “RESTIAMO UNITI, C’E’ UN OBIETTIVO DA RAGGIUNGERE”

Seguici anche su Facebook!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy