Ciro come Miro: 4 gol nelle prime sette giornate di Lazio. Ma, rispetto a Klose, per 10 mln

Ciro come Miro: 4 gol nelle prime sette giornate di Lazio. Ma, rispetto a Klose, per 10 mln

Anche il panzer tedesco aveva lo stesso bottino nella sua prima stagione biancoceleste. 2 più 8 milioni la cifra che verrà versata per Immobile al Siviglia

ROMA – Immobile si riscopre cecchino e non sbaglia più la mira. Anche lui un assist, ma soprattutto già quattro centri. Anche in questo caso la prima volta non si scorda mai. Perché mai Ciro aveva fatto così bene nelle prime sette giornate. A Torino, nella stagione da capocannoniere, a questo punto aveva gonfiato la rete una sola volta, così come nel 2015 con il Siviglia. Due invece le marcature nel 2014 a Dortmund. Alla Lazio sono quattro, esattamente come quelle del “Mito” nella sue prime sette gare biancocelesti in A nel 2011. E allora tornate pure a cantarlo a squarciagola: ce l’abbiamo solo noi, Ciro-Klose-gol.

TESTA DURA – L’erede è vivo, l’erede è Ciro. Segna in tutte le maniere, per tutti i gusti. Sotto gli occhi degli osservatori di Ventura, sotto lo sguardo compiaciuto d’Inzaghi che lo ha voluto a tutti i costi. Altro che Valencia, altro che 15 milioni al West-Ham. Due più otto al Siviglia, in realtà 10 milioni complessivi e non 8,5 per Immobile. Un vero affare comunque alla luce di queste premesse. Immobile è già leader della Lazio, sprona e punzecchia, spara e uccide gli avversari. 3 a 0 e palla al centro. 3 a 0 e ancora grazie a Keita. Insieme i quattro scarpini su 9 dei 13 gol segnati. Sei incredibilmente di testa – scrive IlMessaggero – come nessuno in Serie A. Una Lazio capoccia, una Lazio testarda come Immobile. Che si sbatte addirittura a centrocampo, che corre ovunque a perdifiato perdendo spesso lucidità. Non quando Milinkovic gli serve l’ennesimo cioccolatino. Sull’attenti, Ciro. Altolà, Keita, quando Immobile sta per calciare: CONTINUA A LEGGERE

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy