Record Marchetti: raggiunta la doppia cifra lesioni, mai successo a un portiere

Record Marchetti: raggiunta la doppia cifra lesioni, mai successo a un portiere

Dieci infortuni in meno di sei anni. Ecco un altro motivo per cui Lotito vorrebbe “disfarsene”. Federico farà un provino per domenica, altrimenti tornerà nel derby

ROMA – Ancora ai box, ancora lui. Lesione elongativa muscolare. Forse in pochi se ne sono accorti, ma Marchetti detiene il record negativo per un portiere: addirittura 10 lesioni muscolari in meno di sei anni di Lazio. Non è normale per un estremo difensore, così andiamo a ritroso: uno stiramento nella prima stagione biancoceleste (4 partite), out un mese fra il 2011/12. L’anno successivo due stiramenti alla coscia (fuori 6 partite). Incredibile la stagione 2013/14: tre lesioni, due alla coscia e una agli adduttori in momenti differenti, 11 match saltati solo per questi problemi. In questo focus non si considerano squalifiche e altri diversi ko (per esempio naso, nuca, schiena). Così ecco un altro infortunio muscolare nel 2014/15 e il forfait per le 4 gare iniziali. Uno stiramento alla coscia l’anno scorso e 8 partite ai box. Infine siamo ai giorni nostri: out alla vigilia del Milan, poi con l’Empoli e l’Udinese per una lesione al polpaccio e ora di nuovo in infermeria prima del Genoa. Domenica farà un provino per Palermo, ma potrebbe non rischiare e tornare direttamente nel derby del 4 dicembre. Qui però qualcosa non torna.

PROBLEMA POSTURALE? – Ad aprile 2014, dopo le continue ricadute, Marchetti era stato visitato addirittura da uno specialista allo studio Fisiolab. Non s’era ripreso da una pallonata ricevuta fortuitamente da Klose alla mandibola, ma non era quello il problema. Federico si starebbe trascinando una “sindrome miofasciale” all’origine di alcuni “squilibri” e difetti posturali, che comporterebbero anche le continue ricadute muscolari. Non solo, il male crea spesso anche un blocco mentale: Marchetti teme di buttarsi. E non sarebbe un caso che da anni Marchetti arrivi in ritardo sulle palle in basso a sinistra. Federico si era sottoposto tempo fa a un protocollo specifico per superare questa difficoltà. 

FUTURO –  E non è un mistero che Lotito stia facendo di tutto per liberare la porta biancoceleste. Vuole cedere Marchetti (anche per delle frasi dette in Nazionale sulla cattiva gestione societaria), ma il portiere non si smuove: «Io ho fatto una scelta, la mia volontà è quella di continuare con la Lazio fa parte della mia vita, è una società che mi ha dato tanto. Ho ancora tanta voglia di dare, sono motivato come quando sono arrivato il primo giorno. Se ne sono dette talmente tante che mi fanno ridere». La situazione resta identica a quella di questa estate: La Lazio monitora i sostituti. Intanto si coccola l’esplosione di Strakosha: «Pensiamo al Palermo, ma per me sarebbe un sogno scendere in campo il 4 dicembre», ha giurato al premio Lazialità: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy