calcio

Italia-Belgio, Mancini: “Sfida fondamentale. Vincere per il ranking”

Roberto Mancini

Le parole del commissario tecnico azzurro, Roberto Mancini, a poche ore di distanza dalla sfida tra Italia e Belgio

redazionecittaceleste

Dopo 37 risultati utili consecutivi, l'Italia ha trovato la prima sconfitta per mano della Spagna. Una nazionale che negli anni ha saputo vincere tutto, dando del filo da torcere non solo agli azzurri ma a qualsiasi compagine gli si sia presentata davanti. Il 2-1 rimediato nella semifinale di Nations League, tuttavia, non ha ridimensionato le ambizioni degli uomini del commissario tecnico Roberto Mancini che vorranno dire la loro anche al Mondiale e nell'incontro con il Belgio fissato per domenica.

 Roberto Mancini, ct della Nazionale Italiana

La sfida

Tra poco più di 24 ore, infatti, più precisamente domani pomeriggio a partire dalle 15:00, la Nazionale sarà avversaria dei fiamminghi nella finale valevole per il terzo e quarto posto. A differenza di alcuni calciatori belgi, il portiere Thibaut Courtois in primis, il CT azzurro crede nella sfida e ambisce alla vittoria. Battere la rappresentativa più blasonata del mondo aiuterebbe l'Italia a risalire ulteriormente la china. Nella giornata di domani, poi, ci sarà anche la finale tra gli iberici e la Francia. Di seguito ecco le parole rilasciate da Mancini in conferenza stampa:

Le parole

"La squadra non ha sbagliato atteggiamento contro la Spagna. Sono vent'anni che loro giocano meglio di chiunque altro dal punto di vista tecnico. Eravamo consapevoli che avrebbero puntato sul possesso palla. Hanno più abitudine di noi a mantenerlo. Il primo tempo poteva anche finire 1-1, peccato che l'espulsione abbia condizionato la gara nella ripresa. Senza il rosso avremmo assistito ad una partita diversa. L'incontro con le Furie Rosse deve donarci ancor più consapevolezza della nostra forza. Siamo una grande squadra. Non sono d'accordo con chi dice che non ci siamo impegnati abbastanza o che non abbiamo attaccato a dovere. Siamo tra le quattro migliori formazioni d'Europa. Nel match con la Spagna ho visto dei calciatori che negli ultimi dieci anni hanno scritto la storia. C0ntro il Belgio sarà fondamentale. Vogliamo finire nelle prime sette del ranking. Il Mondiale è alle porte, dobbiamo valutare la condizione dei nostri uomini".