Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

nazionale

Azzurri, è il momento della verità: tutte le combinazioni per il primo posto

Nazionale italiana

Tutte le possibili combinazioni in vista della partita di lunedì contro l'Irlanda del Nord: una vittoria potrebbe non bastare

redazionecittaceleste

Tutto in novanta minuti: si deciderà nella serata di lunedì 15 novembre il destino degli Azzurri nel cammino verso i Mondiali in Qatar. Più precisamente alle 20:45, quando a Belfast l’Italia affronterà l’Irlanda del Nord e, contemporaneamente, a Lucerna la Svizzera ospiterà la Bulgaria. Il pareggio dell’Olimpico lascia ogni scenario intatto, diminuendo di fatto solamente i minuti a disposizione per determinare il destino delle due squadre. Andiamo allora a vedere tutti gli scenari possibili.

 Cataldi

L’Italia si qualifica se…

Attualmente, l’Italia è prima in classifica grazie alla differenza reti, che segna un +2 rispetto alla Svizzera. In caso di vittoria, però, l’Italia non sarà certa di qualificarsi senza passare per i playoff. L’unica certezza, infatti, è che al netto delle posizioni saranno Italia e Svizzera le prime due classificate del girone. Se la Svizzera dovesse perdere o pareggiare contro la Bulgaria, all’Italia basterà conquistare un punto in Irlanda del Nord. In caso di doppia sconfitta, invece, il discorso diventerà identico a quello di una doppia vittoria.

Conterà infatti la differenza reti come primo fattore e, quindi, sarà fondamentale mantenere almeno un +1 nei confronti degli avversari. Se, per esempio, la Svizzera dovesse vincere 3-0 e l’Italia 1-0, passerebbero gli elvetici. Questo perché il terzo fattore fa riferimento ai goal in trasferta negli scontri diretti e, in questo caso, la Svizzera è definitivamente in vantaggio. Attenzione però al secondo fattore, quello dei goal segnati, che al momento vede l'Italia ancora in vantaggio di 2. Per intenderci, con un 2-1 degli Azzurri e un 3-0 della Svizzera passerebbe l'Italia per il maggior numero di gol fatti a parità di differenza reti.

Playoff, lo scenario

Nell’ipotesi peggiore, quindi, saranno ancora una volta playoff. Previsti, in questo caso, per la fine di marzo 2022. Il format prevede tre raggruppamenti da quattro squadre, con una semifinale in gara secca e una finale a distanza di pochi giorni. Nel momento del sorteggio saranno testa di serie le migliori sei seconde - su dieci - della fase a gironi di qualificazione. In questa classifica verranno esclusi i punti ottenuti contro la sesta classifica nei gironi da sei - cosa che non interessa quindi l’Italia. Gli ultimi due posti, infine, saranno riservati alle due migliori vincitrici dei gironi della Nations League ed eliminate nel loro gruppo di qualificazione ai Mondiali.