news

FORMELLO – Lazio in campo domani. Immobile e Zaccagni, segnali positivi

Mattia Zaccagni

Domani la Lazio torna in campo. Intanto il percorso di riabilitazione di Immobile e Zaccagni procede secondo i piani

redazionecittaceleste

È in corso il secondo giorno di riposo per la Lazio. I biancocelesti dopo la brutta sconfitta contro il Bologna torneranno sul manto erboso di Formello direttamente nella giornata di domani. Sarri tra abili e arruolati e infortunati avrà a disposizione in totale 20 calciatori. In 8 infatti sono partiti con le rispettive nazionali. Domani Acerbi sarà impegnato con l’Italia nella semifinale di Nations League.

Poi, da giovedì a martedì prossimo si alterneranno in campo Hysaj, Strakosha, Milinkovic, Marusic, Muriqi, Akpa Akpro e Raul Moro. Per tutti gli altri l’appuntamento sarà per domani a Formello. L’obiettivo sarà resettare subito la prestazione di domenica. Una Lazio così spenta ha fatto allarmare Sarri che cercherà immediatamente di entrare nella testa dei suoi giocatori per evitare altri approcci del genere al match in futuro.

 Luis Alberto e Ciro Immobile

IMMOBILE E ZACCAGNI, C’È OTTIMISMO – Chi fin da subito non ci sarà in gruppo sono Immobile e Zaccagni. Il bomber biancoceleste si è bloccato giovedì scorso contro la Lokomotiv Mosca in Europa League per una lesione di basso grado al muscolo semimembranoso della coscia destra. L’ex Scarpa d’Oro ha già iniziato gli allenamenti differenziati da ieri a Formello solamente in palestra. Continua a lavorare tra strutture interne e campo invece Zaccagni. L’ex Hellas è stato costretto a fermarsi il 19 settembre.

Al termine della sfida col Cagliari ha accusato una fastidiosa distrazione all’ileo-psoas della coscia sinistra. Nonostante stiano circolando voci di possibili rallentamenti nel percorso di recupero dei due calciatori (soprattutto di Zaccagni) in realtà a Formello circola ottimismo. Lo staff medico punta a recuperare entrambi entro il big match con l’Inter del 16 ottobre, ma non sono escluse sorprese per la fine di questa settimana.