Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

La Lazio di Sarri, gli allarmismi precoci e i numeri che zittiscono tutti

Sarri
Analisi affrettate in serie dopo la brutta parentesi in Danimarca rischiano di travisare la realtà, testimoniata inequivocabilmente dai dati

redazionecittaceleste

Alla faccia del disastro. Commenti a sproposito, analisi affrettate e allarmismi precoci. La disfatta contro il Midtjylland ha dato il via a reazione eccessive, per quanto parzialmente giustificabili vista la prestazione disastrosa della Lazio. Un problema da risolvere non con una reazione ma con consapevolezza, per evitare ricadute pericolose come sottolineato anche dallo stesso Sarri. Al di là di una partita che rimane una brutta parentesi, il bilancio alla prima sosta per le nazionali è quanto mai positivo.

Cremonese-Lazio

I tre punti di Cremona e i risultati di giornata proiettano la Lazio al quarto posto. Sette gare giocate, quattordici punti conquistati. Media esatta di due punti a partita che, se proiettata a fine anno, porterebbe i biancocelesti a 76 punti. Un risultato che, per esempio, lo scorso anno avrebbe portato la qualificazione in Champions League. L’unico rimpianto dei biancocelesti, guardando al campionato, rimangono i due punti persi a Genova contro la Samp. Ma in una stagione in cui sono tante le squadre a deludere le aspettative forse è il caso di riconsiderare diverse critiche eccessive rivolte alla squadra di Sarri.

Anche perché per il mister biancoceleste e la sua Lazio parlano i numeri. Dopo sette giornate la Lazio ha il secondo miglior attacco, confermando i dati dello scorso anno, e la seconda miglior difesa, facendo vedere in questo caso un importante passo in avanti. Ma soprattutto, rispetto allo scorso anno, la Lazio si trova con tre punti in più in classifica. Un caso praticamente unico per quanto riguarda le big. Se si pensa infatti alle squadre italiane in Europa, i biancocelesti sono gli unici a non aver perso punti guardando alla classifica dopo sette giornate della scorsa stagione. In senso assoluto, meglio hanno fatto solo lo Spezia (+4), l’Atalanta (+6) e l’Udinese (+8). Non esattamente così male, al di là di ciò che si vuol far credere.