Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Mihajlovic ricorda Galeazzi: “Grande amico e grande giornalista”

Notizie Lazio: Sinisa Mihajlovic

La scomparsa di Giampiero Galeazzi non ha lasciato indifferente Sinisia Mihajlovic che ai tempi della Lazio divenne suo amico

redazionecittaceleste

Nella puntata odierna di Domenica In, storica trasmissione in onda sulla RAI, il tecnico del Bologna ed ex calciatore della Lazio, Sinisa Mihajlovic, è intervenuto come ospite e ha parlato del suo rapporto con Giampiero Galeazzi. Apprezzato giornalista sportivo e grande tifoso dei biancoceleste prematuramente scomparso. L'ex numero undici dei capitolini con grande commozione ha ricordato quello che per lui è stata una figura fondamentale che ha accompagnato la Lazio fino al giorno dello scudetto in quella storica cavalcata della stagione 1999/2000. Un personaggio impossibile da dimenticare per chiunque l'abbia vissuto, non solo per gli amanti del calcio. Di seguito le parole di Mihajlovic:

Addio all'amico Giampiero

"Giampiero era un tifoso della Lazio. Lo sono diventato anche io perché c'era affetto. Quando la Lazio perdere restava in silenzio senza parlare. Non voleva fare niente. Fortunatamente quella era una squadra che perdeva poche volte. Tutti noi dell'ambiente laziale gli eravamo affezionati. Era un amico con cui abbiamo condiviso tante gioie. Una su tutte lo scudetto del 2000. Aveva una bella faccia tosta: entrava ovunque e faceva come gli pareva. Sono sempre i migliori che se ne vanno via prima. Rimango legato a lui, la notizia della scomparsa è stata una grande delusione. Stessa cosa per mia moglie che ha avuto modo di lavorarci insieme. C'è rimasta male anche lei. Giampiero rimarrà nei nostri cuori. Un grande amico e un grande giornalista".

Il ricordo in Curva Nord

"Ho bei ricordi di lui. Vedere il suo servizio il giorno dello scudetto mi fa ancora emozionare come un tempo. Un grande laziale che fa parte della nostra famiglia. Quando hai un giornalista come lui, tifoso del tuo club, è qualcosa di grande valore. Con lo scudetto abbiamo toccato la perfezione. Ripensare a lui in Curva Nord mi emoziona. Sono cose che non si dimenticano, sarà così per sempre".