Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, i precedenti contro Allegri non sorridono a Sarri

Sarri e Allegri

Anche il bilancio dei precedenti tra le panchine non è positivo per i biancocelesti: numeri in negativo, ma conta la gara di domani

redazionecittaceleste

È la Juventus la squadra più affrontata nella storia lunga - quasi - 122 anni della Lazio. E i precedenti sono tutt’altro che positivi per i biancocelesti. L’assenza di Immobile, poi, non tranquillizza di certo gli amanti delle statistiche: senza il capitano biancoceleste, la Lazio fa una fatica tremenda. I numeri non sorridono nemmeno a Milinkovic e, soprattutto, Felipe Anderson, che però hanno portato la Lazio in cima a una speciale classifica in Serie A. Ma al di là di questo, contro i bianconeri sarà tutt’altro che semplice. E lo dimostrano anche i numeri relativi agli incroci tra le panchine.

 Lazio-Juventus

Per quanto riguarda il confronto diretto tra Maurizio Sarri e Massimiliano Allegri, i numeri sono abbastanza espliciti. L’allenatore della Lazio ha infatti affrontato 11 volte in carriera quello dei bianconeri, al terzo gradino dei tecnici più sfidati. E sono soltanto 3 le vittorie, con 1 pareggio e 7 sconfitte. Qualche minimo sorriso in più arriva invece se si guardano i numeri delle sfide tra Maurizio Sarri e la Juventus. Sono ancora una volta 11 i precedenti, con 3 vittorie, 2 pareggi e 6 sconfitte. Ma, guardando soltanto alle sfide con rose tra loro comparabili, il bilancio diventa di 3 vittorie, 1 pareggio e 4 sconfitte.

 Per l’allenatore dei bianconeri Massimiliano Allegri,  invece, la Lazio è - insieme al Napoli - la squadra più affrontata in carriera. Sono infatti 27 i precedenti contro i biancocelesti. E anche in questo caso i numeri sono decisamente favorevoli alla sponda bianconera. Su 27 gare, infatti, 17 sono finite con una vittoria per Allegri, mentre sono 4 i pareggi e 6 le vittorie della Lazio. Insomma, in qualunque modo la si voglia mettere, i numeri non aiutano la squadra biancoceleste. Per fortuna, però, dal momento del fischio di inizio ogni statistica viene dimenticata. Non resta quindi che aspettare le 18:00 di domani pomeriggio, sperando che finalmente sia arrivato il momento di invertire il trend. Al di là di ogni assenza e di ogni precedente numero.