Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Romero: dalla benedizione di Pedro alla priorità rinnovo. E Scaloni…

Romero
Poco più di quindici minuti contro il Midtjylland sono bastati a Romero per mettersi ancora in mostra. Ora il rinnovo deve diventare priorità

redazionecittaceleste

Minuto 73, mister Sarri decide di regalare a Romero uno scorcio di partita contro il Midtjylland. L'ingresso in campo del talento argentino è da applausi: corsa, quantità e tanta qualità. Il classe 2004 corre "indiavolato", come lo ha definito Sarri, verso chiunque abbia la palla ma non il suo stesso colore di maglietta. Il tunnel a Pione Sisto è solo la ciliegina messa da Romero su una prestazione esaltante che gli è valso scroscianti applausi da tutto lo Stadio. Pedro lo ha sottolineato nel post partita e il giovane argentino, a detta del canario, deve trovare più spazio. Dopo le due apparizione contro il Midtjylland ora Romero aspetta l'esordio stagionale in campionato.

Romero

Su Romero tuttavia pesa ancora il fattore rinnovo. Bisogna fare in fretta perché perdere un talento come lui sarebbe un errore quasi imperdonabile. Tuttavia ora non dipende più dalla Lazio, infatti il ct dell'Argentina Lionel Scaloni potrebbe decidere di pre-convocarlo per il mondiale in Qatar. Il mondiale inizierà il prossimo 20 novembre e solo due giorni prima Romero compirà 18 anni e sarà libero di firmare un nuovo contratto. Come riportato da Il Messagero in quel di Formello temono ci siano già i soldi di una big dietro ma le parole di Romero stesso dopo la prova di Europa League. "Io voglio restare alla Lazio, ma mi piacerebbe anche giocare di più". Così dicendo il talento classe 2004 ha allungato una mano alla Lazio, ora la palla passa proprio ai bianocelesti.