Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio-Salernitana, Luis Alberto: “Mi mancavano partite come questa“

Luis Alberto

Le parole del biancoceleste, intervenuto al termine della partita contro i granata dalla pancia dello stadio Olimpico

redazionecittaceleste

La Lazio si prepara ad affrontare la sosta nel migliore dei modi possibili. Allo stadio Olimpico i biancocelesti superano 3-0 la Salernitana e portano a casa 3 punti, volando a una sola lunghezza dal quarto posto. Ottima prestazione dei ragazzi di Sarri, contro un avversario che, però, colpisce due legni. Al termine del match, intanto, dalla pancia dell'Olimpico è intervenuto ai microfoni dei canali ufficiali della società biancoceleste Luis Alberto. Di seguito le sue parole. “Il goal? L’obiettivo era superare il difensore, quando ha allargato le gambe ho calciato. Sono contento per la vittoria e per il goal, finalmente siamo nella zona della classifica che vogliamo. Stiamo lavorando su quello che chiede il mister, penso che in campo si veda che stiamo migliorando. Nelle ultime quattro partite si è vista una Lazio diversa. Questa è la strada su cui continuare: abbiamo perso tanti punti ma ora siamo in zona Champions.

 Ciro Immobile

Le prossime partite saranno molto importanti, decideranno molto per il campionato e per l’Europa League. Noi dobbiamo pensare una gara alla volta, giocare contro i bianconeri non è mai facile. Ma dobbiamo fare risultato se vogliamo stare davanti: è il momento che la squadra prenda continuità. Le motivazioni non mancano, sappiamo come affrontare i bianconeri. Era da tanto che non calciavo in porta, oggi ci sono state tante occasioni. Quello che mi veniva chiesto maggiormente era la fase difensiva, penso di star migliorando molto anche se sicuro mi manca ancora qualcosa. Però mi mancavano anche partite come questa, in cui mi sento bene in campo con la palla al piede. Individualmente oggi è stata una partita più completa per me”.

Lo spagnolo ha poi parlato anche ai microfoni di DAZN: “Avevo visto che il difensore aveva allargato le gambe e ho capito che era il momento di calciare. È un goal che conta come gli altri, ma è importante per me. Corriamo molto di più rispetto a prima, penso che sia perché il cambio di modulo deve ancora essere capito al massimo. Appena saremo al 100% penso che correremo un po’ meno. Io ho sempre detto di avere un contratto qui, finché sarò alla Lazio darò il massimo. Se il mister mi mette titolare è perché il mister crede che stia facendo bene. Ogni anno ho avuto momenti difficili, ma penso sia normale per ogni giocatore. Ma adesso sono contento: sto giocando, sto bene e la squadra sta vincendo. Questo è quello che conta”.