Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Zaccagni punta Coverciano. Con Immobile garante vuole l’azzurro

Immobile e Zaccagni
Dopo un avvio di campionato anonimo Zaccagni si sta prendendo la squadra. Ora punta a tornare a vestire la maglia della Nazionale a novembre

redazionecittaceleste

Una sosta Nazionale lunga che ha messo da parte la Seria A per quasi due settimane. Si avvicina, tuttavia, la ripresa del campionato e di conseguenza il ritorno in campo della Lazio di Maurizio Sarri. Domenica allo Stadio Olimpico arriverà lo Spezia di Luca gotti per l'ottava giornata di un campionato più che mai anomali. La Lazio ora vuole mantenere la quarta posizione frutto di un avvio di campionato più che mai convincente che ha portato 14 punti in classifica. Tra i giocatori chiave di questa prima parte di stagione c'è di certo Mattia Zaccagni che, dopo un avvio più che anonimo, ha trovato la svolta dopo il gol (l'unico finora) contro il Napoli. L'ex Verona si sta rivelando un valore aggiunto di non poca importanza per la Lazio tutta. Ora Zaccagni punta, inevitabilmente, a tornare in Nazionale dopo essere stato snobbato dal ct per le due sfide di Nations League.

Zaccagni in Nazionale

Stoccata

Il caso, al limite dell'assurdo, montato su Zaccagni e Lazzari la scorsa estate potrebbe essere anche uno dei motivi che hanno portato l'esclusione del venti biancoceleste dalla lista dei convocati. Insieme con lui anche altri giocatori (vedi ad esempio Zaniolo o Kean) sono rimasti a casa e le ultime dichiarazioni di Mancini - "La Nazionale è aperta a tutti basta chiedere scusa" - sembrerebbe una velata stoccata a molti, Zaccagni compreso. Ora Zaccagni, dalla partita con lo Spezia in poi, avrà 12 partite per convincere Mancini a richiamarlo a Coverciano.

Immobile

Per fortuna dalla sua parte avrà un potente alleato come Immobile che avrebbe già iniziato a parlare con il ct a nome dell’amico e compagno di squadra. Le buone parole di Immobile, tuttavia, non basteranno e Zaccagni dovrà dimostrare tutto il suo valore sul campo da gioco. Lo Spezia potrà essere un ottimo banco di prova visti i tre gol segnati (tutti con la maglia del Verona) in sette gare contro i liguri. Tuttavia lo scorso anno nella pirotecnica gara del "Picco" propizio l'autogol di Provedel. Un potente destro che, dopo aver sbattuto sul palo e poi sull'attuale portiere biancoceleste, si insacco in rete.