Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio-Empoli, dubbi su Acerbi: Sarri studia le contromosse

Francesco Acerbi

Francesco Acerbi ultimamente non si è allenato e la sua presenza contro l'Empoli in campionato è in forte dubbio

redazionecittaceleste

Il 6 gennaio si avvicina e questa volta la Befana non porterà solo via le feste, ma accompagnerà anche la Lazio al rientro in campo dopo la pausa natalizia. Il prossimo incontro dei biancocelesti sarà in casa all'Olimpico contro il sorprendente Empoli di Aurelio Andreazzoli. Tecnico per sempre caro ai capitolini dopo la vittoria del 26 maggio 2013 in Coppa Italia contro la Roma. Al giro di boa i toscani si sono confermati come la vera rivelazione del campionato. Al punto che il distacco tra loro e la compagine allenata da Maurizio Sarri è molto sottile. Ad oggi chi è avanti è la formazione biancoceleste che è a +4 sui prossimi rivali in Serie A.

 Francesco Acerbi

I primi allenamenti

In questo periodo, però, il tecnico ha dovuto fare i conti con diverse assenze ed infortuni. Quando si è rientrati in campo per gli allenamenti, infatti, tra i tanti calciatori fuori uso c'era anche qualche nome altisonante. Uno in particolare quello di Ciro Immobile. Ma d'altronde il bomber partenopeo era risultato positivo al coronavirus a cavallo tra il 2021 e 2022. Problema che non gli aveva permesso di scendere in campo contro Genoa e Venezia. Ma adesso anche lui è tornato.

Problemi in difesa

Chi invece proprio sul finire del girone d'andata ha rimediato dei problemi che potrebbero spingerlo alla panchina è Francesco Acerbi. Nelle prime sessioni a Formello il difensore con addosso il numero 33 è risultato nell'elenco degli assenti. Lo stiramento al flessore della coscia sinistra si fa sentire e il tecnico potrebbe perciò essere spinto a dover adattare determinate contromisure. Quando mancano un paio di giorni all'incontro che giovedì si disputerà alle 14:30 nella Capitale, i dubbi di formazione sono tra Patric e Stefan Radu. Non propriamente i rinforzi migliori al centro di una difesa a quattro ma comunque elementi validi che possono dare il proprio contributo. Il girone di ritorno deve sancire la svolta tra i biancocelesti.