Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

QDL – Capodaglio: “La Lazio deve andare incontro a Sarri, altrimenti…”

L'esultanza della Lazio

Le parole di Franco Capodaglio per Quelli della Libertà, in onda ogni sera dalle 18:30 alle 20:00 su Cittaceleste TV e Radiosei

redazionecittaceleste

È intervenuto ai microfoni di Quelli della Libertà, in onda su Cittaceleste TV e Radiosei il giornalista Franco Capodaglio. Di seguito le sue parole. “Rispetto a quello che vuole Sarri, credo che al momento le note positive siano arrivate solo a intermittenza. Personalmente, la cosa che meno mi piace è la mancanza di impegno rispetto al gioco che Sarri vuole mettere in campo. Noi l’abbiamo vista a intermittenza e mai contro squadre che vogliono essere più aggressive di te. Sarri vorrebbe una squadra con il massimo dell’aggressività, ma questi giocatori non fanno quello che Sarri chiede. Io me la prendo quasi sempre con i più forti, non avrebbe senso prendersela con quelli più scarsi. 

 Maurizio Sarri

Strakosha, per esempio, non ha capito che Reina è arrivato per fargli da chioccia. Lui questa cosa non l’ha digerita e si è messo di punta anche sul discorso del rinnovo. Io però me la prendo con Milinkovic che non pressa, con Luis Alberto che non pressa e con Felipe Anderson che non salta più l’uomo. Io penso che se si vuole tenere Sarri sia necessario fare una rivoluzione della rosa. 

Secondo me la squadra deve andare incontro a Sarri, altrimenti si fa la stessa fine fatta contro i bianconeri. Ronaldo si era messo per traverso e nonostante lo Scudetto Sarri è stato costretto ad andarsene. È un po’ anche la storia di Zeman alla Lazio. Se vogliamo credere in Sarri, devono essere i giocatori a fare uno sforzo per fare ciò che Sarri chiede. Senza aspettare le giocate di Milinkovic e Luis Alberto. Secondo me c’è qualcosa che non va nell’atteggiamento dei giocatori. Se una squadra gioca insieme da tutti questi anni, insieme alla fine del ciclo dell’allenatore deve finire anche quella di alcuni giocatori. In questo momento arrivare addirittura quarti sembra essere un sogno”.