Caso tamponi, pericolo penalizzazione: Lotito ascoltato per scagionare Anderson e Immobile

La Procura è pronta a chiedere il deferimento con 1 o 2 punti per colpa degli allenamenti dei positivi. Così il presidente ha chiesto di essere interrogato di nuovo per ottenere almeno un pesante patteggiamento

di redazionecittaceleste

ROMA – Il caso tamponi entra nel vivo e rimette prepotentemente la Lazio in pericolo. Non solo le mancate comunicazioni scritte – seppur esistano quelle telefoniche – dei casi positivi alle Asl, ma anche le sedute in gruppo di alcuni giocatori biancocelesti nel mirino. Dinnanzi alla Procura Federale si aggrava la posizione del club capitolino, tanto che da via Campania filtra la possibilità di una richiesta di uno-due punti di penalizzazione della Lazio. Ecco perché Lotito ha chiesto e ottenuto di essere riascoltato: «Ci contestano anche l’allenamento di Immobile risultato positivo prima della partita con la Juventus – svela l’avvocato Gentile – e anche quello di Djavan Anderson, che era stato convocato ma non ha giocato. Patteggiamento prima di un eventuale processo? Stiamo ancora discutendo con la Procura, ma noi riteniamo tutto infondato».

Lotito-Immobile
Lotito-Immobile

STRATEGIA POLITICA
Non basta la memoria difensiva e Lotito non ci sta al deferimento: vuole dimostrare come la discordanza dei test molecolari su Ciro e altri (anche Leiva e Strakosha, per esempio) abbia indotto la società a quel comportamento. Se gli ispettori Figc chiuderanno l’orecchio di fronte al mancato rispetto del protocollo, la Lazio cercherà d’evitare comunque la richiesta di punti di penalizzazione in classifica con un pesante patteggiamento: inibizione e maxi-multa è l’obiettivo minimo. Sarebbe però un clamoroso autogol per Lotito che, una volta inibito, non potrebbe più puntare alla rielezione nel consiglio federale (già difficile dopo il terzo mandato da regolamento) in nessun modo. Sembra che dietro i tamponi insomma possa esserci – in vista della prossime elezioni – anche un gioco politico: se il presidente salva la Lazio, punisce se stesso. Intanto il numero uno biancoceleste potrà dare nuovi chiarimenti in audizione fra martedì o mercoledì al massimo. Prima, lunedì, il pm Chine’ ascolterà Lukaku dopo lo scontro con Ibra in Coppa Italia a San Siro.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy