• TUTTO SUL MERCATO DELLA LAZIO: DOVE? SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

ESCLUSIVA – Bergodi: “Cluj più avanti fisicamente, ci sarà da faticare. Ecco chi deve temere la Lazio…”

ESCLUSIVA – Bergodi: “Cluj più avanti fisicamente, ci sarà da faticare. Ecco chi deve temere la Lazio…”

Criatiano Bergodi in esclusiva per Cittaceleste

di redazionecittaceleste
Cristiano Bergodi

Di Giovanni Manco

ROMA – Cristiano Bergodi, attuale allenatore del Voluntari ed ex difensore della Lazio dal 1989 al 1996, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Cittaceleste.

Alla luce della sua lunga esperienza nel calcio rumeno, cosa deve aspettarsi la Lazio nella gara di giovedì contro il Cluj?

“Il Cluj è una squadra compatta e determinata, ha fatto tre turni preliminari di Champions League da vincente del campionato. È la Juventus della Romania, qui detta legge. Ha diversi giocatori d’esperienza e qualità, specie davanti, la Lazio farà bene a non sottovalutare l’avversario. L’atteggiamento sarà importante, non prendere la partita sotto gamba. È chiaro che qui la Lazio è considerata una squadra fortissima e c’è un certo timore, ma sono molto motivati non avendo nulla da perdere. Hanno rispetto, ma vogliono giocarsela”.

Quali giocatori bisogna tenere sotto stretta osservazione?

“Omrani è un attaccante molto bravo, così come Lacina Traoré che giocò contro la Roma in quel precedente di Champions League (stagione 2010-2011, ndr) così come Culio che fece una doppietta ai giallorossi. Non so se loro giocheranno. Ma in avanti hanno giocatori bravi, c’è qualità. Sono ben allenati da Petrescu, lui giocava al Foggia quando io ero alla Lazio, ha molta esperienza ed è ben considerato. È un allenatore che organizza molto bene la fase difensiva, ma quest’anno ha dato anche un buon gioco offensivo alla sua squadra”.

Che ambiente troverà la Lazio?

“Lo stadio sarà pieno perché è una partita di cartello. Ma l’ambiente sarà tranquillo, non c’è il fanatismo che c’è in altri paesi. Vero che ci sarà il pienone, ma non dovrebbero accadere cose particolarmente eclatanti. Giocare contro una squadra italiana è molto bello, in città si sente molto la gara”.

La Lazio però è tecnicamente superiore…

“Ovviamente sì. C’è molto rispetto e timore della Lazio, ma anche tanta voglia di fare bene”.

Un passo indietro, come commenta la Lazio di Ferrara?

“Si è fermata al primo tempo. C’è stato un calo fisico notevole. La Lazio continua a commettere gli stessi errori da un po’ di tempo, ma una squadra che offende e segna così tanto è normale che perda qualcosa dietro, manca un po’ di equilibrio alla luce del fatto che porta tanti giocatori in avanti. I valori individuali sono ottimi, ma troppi errori. Poi ripeto, ho visto un grosso calo fisico nel secondo tempo”.

Lazio in difficoltà fisica, mentre il Cluj corre…

“Sì perché hanno giocato già qualcosa come 16 o 17 partite, il campionato è iniziato a luglio. Fisicamente sono più avanti della Lazio, il Cluj è nel pieno del campionato. Vedendo la Lazio del secondo tempo, contro la Spal, il campanello d’allarme c’è. Venerdì sera proprio noi (il Voluntari, ndr) abbiamo perso 5-0 contro il Cluj. Stanno bene…”.

La Lazio lotterà per il quarto posto?

“Sì, la vedo in lotta. Juve, Napoli ed Inter faranno il loro campionato e la Lazio se la giocherà con le altre. Non sarà facile, ma dirà la sua. Roma, Milan, Atalanta, sono loro le altre pretendenti”. QUANDO IL GIOCO SI FA DURO, I VERI MAGIC ALLENATORI INIZIANO A GIOCARE, LA CLASSIFICA GENERALE INIZIA IL 28 SETTEMBRE, SEI ANCORA IN TEMPO PER ISCRIVERTI! >>> SCOPRI DI PIU’

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy