• SEGUI LA LAZIO IN DIRETTA: ACCENDI IL CANALE 85 DELLA TUA TV!

Lazio, coperta corta in difesa: le soluzioni di Inzaghi

Il tecnico laziale dovrà fare i conti con la partenza di Hoedt e valutare il modulo migliore per proteggere la porta di Strakosha

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- Questa sessione di calciomercato ha riservato tante sorprese a Simone Inzaghi. Da una parte l’entusiasmo per l’arrivo quasi al fotofinish di Nani, la nervosa attesa di vedere all’opera i due giovani portoghesi annunciati come craque da Mendes e la delusione per non aver avuto un sostituto di Wesley Hoedt, ceduto al Southampton per ben 17 milioni di euro. Proprio la partenza dell’olandese potrebbe cambiare le carte in tavola nel reparto difensivo, con il mister biancoceleste che sta valutando tutte le soluzioni a disposizione. In ritiro ad Auronzo abbiamo visto come Inzaghi si sia concentrato molto sul 3-5-2 che doveva essere il modulo prediletto di una squadra che ha dimostrato comunque di saper cambiare sistema di gioco anche a gara in corso. La partenza di Hoedt lascia un vuoto numerico nella rosa laziale che rende difficile ipotizzare la difesa a tre come opzione da utilizzare per tutta la stagione. De Vrij, Wallace, Radu e Bastos infatti non posso reggere tre competizioni, e i giovani Luiz Felipe e Prce, fatto rientrarein fretta e furia dal prestito al Brescia, non sembrano ancora pronti per palcoscenici importanti. A gennaio con ogni probabilità ci sarà l’arrivo di Martin Caceres, parcheggiato all’Hellas Verona per farlo recuperare al meglio dall’infortunio per poi portare tutta la sua esperienza all’ombra del Colosseo. Fino ad allora però, Inzaghi dovrà fare i conti con una coperta corta in difesa, e allora ecco che il tecnico piacentino sta pensando già ad altre soluzioni per proteggere al meglio la porta di Strakosha.

SOLUZIONE

de-vrij-hoedt

Pensieri, idee, analisi: Simone Inzaghi studia il modulo migliore per portare la Lazio sempre più in alto, dove merita di essere. Ecco perchè, anche alla luce dell’arrivo di Nani, è molto probabile il passaggio al 4-3-3. Oltre che esaltare le qualità dell’asso portoghese e di Felipe Anderson sulle corsie, la difesa a 4 permetterà di ruotare maggiormente i centrali biancocelesti con l’inserimento di due terzini tra Basta, Marusic e Basta a destra e Radu, Jordan Lukaku e volendo Lulic a sinistra. Se Inzaghi dovesse invece continuare ad insistere sul 3-5-2 ecco che potrebbe essere adattato nel terzetto difensivo Dusan Basta, che ha ricoperto quel ruolo già in altre occasioni in passato con discreti risultati. Inzaghi ha comunque dimostrato durante la scorsa stagione di essere un maestro nella preparazione di ogni match, specialmente da un punto di vista tattico, per questo ci aspettiamo che, qualunque sia il modulo utilizzato, la Lazio offra ai propri tifosi il bel gioco a cui ci ha abituato.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy