• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Palombi, è solo l’inizio: gli applausi della Nord l’investitura per il futuro

Palombi, è solo l’inizio: gli applausi della Nord l’investitura per il futuro

Il giovane attaccante non è riuscito a lasciare il segno nella gara di ieri, ma ci sono tutti i presupposti perchè possa diventare un elemento importante per Inzaghi

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- Una serata che non dimenticherà in fretta, Simone Palombi. Quella di ieri ha segnato l’esordio del giovane attaccante in Serie A, partito dall’inizio al fianco di Immobile. Le assenze dell’indisponibile Felipe Anderson e dell’indisposto Keita infatti hanno convinto Inzaghi a lanciare nella mischia dal primo minuto Palombi, in una gara che si è rivelata più ostica delle aspettative. Spal molto organizzata in fase difensiva e di impostazione, pochi palloni giocabili per i due attaccanti che si sono spesso ritrovati isolati tra le maglie della formazione ferrarese. Qualche lampo, ma niente di rilevante. L’esordio in Serie A non è stato sicuramente la sua miglior partita, ma il tempo è tutto dalla sua parte. Anche lo scorso anno infatti, con la maglia della Ternana, era partito in sordina per poi conquistarsi un posto da titolare e risultare determinante per la salvezza conquistata dalla squadra di Liverani, realizzando ben 8 gol in campionato. Dopo aver impressionato Inzaghi in ritiro per determinazione e fiuto del gol, Palombi vuole ripagare la fiducia del tecnico biancoceleste sul campo, mostrando di meritare quella maglia che sogna fin da bambino.

APPLAUSI

Palombi

L’ha sempre ripetuto Simone Palombi: “Il mio sogno è quello di rimanere qui da protagonista con la maglia della Lazio.  Il mio obiettivo è quello di restare. Può accadere che sbagli scelta quando c’è di mezzo la passione e la fede, ma spero di fare la scelta giusta”. Un unico sogno, un unico obiettivo: quello di giocare con la maglia della propria squadra del cuore. La Lazio torna ai laziali, e i tifosi lo sanno. Nonostante la gara opaca di ieri infatti, al momento della sostituzione, quando ha lasciato il campo a Lukaku, l’intero Olimpico l’ha applaudito con vigore. Un’investitura importante, un segno che il popolo laziale conta su di lui. Palombi, Murgia, Lombardi: la lazialità sta tornando sul prato dell’Olimpico. Quella maglia che troppo spesso è stata deturpata, comincia nuovamente a significare qualcosa per questi ragazzi, un punto d’arrivo a cui ambire. E allora Simone è pronto a stupire, con l’incoscenza del giovane laziale, spinto dalla propria gente. La favola di Palombi è solamente all’inizio.

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy