Rinnovi, si punta tutto su Keita: ecco perchè

La società farà di tutto per trattenere il senegalese, sacrificando Biglia e De Vrij…

di cittacelesteredazione

di Simone Cesarei

ROMA- Si potrebbe dire che Keita Balde è l’obiettivo numero uno del mercato della Lazio. Il giocatore da convincere assolutamente a rimanere, quello che, continuando nella crescita esponenziale iniziata nella seconda parte di stagione, può far compiere il salto di qualità a qualsiasi squadra. Non sorprende dunque che la società biancoceleste non abbia alcuna intenzione di lasciare il giocatore in balia delle sirene che arrivano da tutta Europa, ma che stia facendo di tutto per convincere il senegalese a continuare a difendere i colori della prima squadra della Capitale. Intorno alla cessione di Keita ruota l’intero mercato biancoceleste, che dovrebbe fornire ad Inzaghi un sostituto all’altezza da affiancare ad Immobile nella prossima stagione. In questi giorni la società avrebbe mollato gli altri due giocatori con il contratto in scadenza nel 2018, ovvero Biglia e De Vrij, per concentrare tutte le proprie forze e risorse economiche sull’asso ex Barcellona, tentando l’ultimo disperato assalto per farlo rimanere a Roma.

IMPRESCINDIBILE

Keita-Lazio

Il fatto che la società biancoceleste si sia rassegnata alla cessione del proprio leader difensivo, De Vrij, e del proprio faro a centrocampo, Lucas Biglia, denota la volontà e la possibilità da parte del ds Tare di trovare dei sostituti all’altezza per due giocatori che sono importanti per la Lazio, ma non unici. La cessione di De Vrij è coperta dai difensori già in rosa, ovvero quei Bastos, Wallace e Hoedt pronti a tutto per mostrare le enormi potenzialità solamente intraviste in questa stagione con la maglia biancoceleste, e dall’acquisto, ormai vicinissimo, di Gonzalo Rodriguez. Un innesto d’esperienza che potrà guidare i giovani nella loro crescita senza affrettarne la maturazione. Per quanto riguarda Biglia invece, la società ha fatto di tutto per convincerlo a rimanere, arrivando ad offrire oltre 2 milioni di ingaggio, ma l’argentino ha scelto di sposare il progetto del nuovo Milan cinese. Manca solamente l’ufficialità per una cessione che recherà nelle casse biancocelesti 25 milioni e la possibilità di affidare le chiavi del proprio centrocampo a qualche giovane in rampa di lancio. Se si guarda in giro per l’Europa non si vede però un giocatore con le caratteristiche di Keita. Gli esterni di talento sono in ogni campionato, ma nessuno di loro ha le caratteristiche e le qualità che permettono a Balde di spaccare le partite quando parte dalla panchina, oppure deciderle con un lampo partendo dal primo minuto. Titolare o panchinaro l’esito è lo stesso: Keita ha dimostrato di essere non solo un giovane di belle speranze, ma un attaccante duttile e incisivo sotto porta, come dimostrano i 16 gol e i 6 assist collezionati in questa stagione. Anche sotto il profilo tattico, Keita è imprevedibile per gli allenatori avversari. Prima punta, trequartista, esterno d’attacco: nessuna differenza. La facilità di corsa e la qualità nell’uno contro uno del senegalese lo rende una continua spina nel fianco delle difese avversarie, che non riescono mai a prendere le misure ad un giocatorre che varia continuamente il proprio raggio d’azione. La speranza di Inzaghi è che non debba rinunciare nella prossima stagione al proprio pupillo, ma che anzi possa contare sull’esplosività di un calciatore che ha enormi margini di crescita, ma anche ambizioni inconciliabili con gli obiettivi del club nel breve periodo. Intanto arrivano novità proprio sul rinnovo di Keita: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy