Lazio, Inzaghi fa 100 vittorie in Serie A. E ora, il Bayern Monaco come regalo

Inzaghi fa 100 in Serie A

di redazionecittaceleste

ROMA – Quella di San Siro è stata una parentesi, la Lazio riprende la sua marcia in classifica e battendo la Sampdoria ritrova 3 punti e quarto posto. La profezia di Simone Inzaghi riprende corpo, il mister piacentino aveva auspicato ad una rimonta ormai più di un mese fa, e l’ha ottenuta alternando il bastone e la carota nelle sessioni di Formello. La fatica, le urla, poi le coccole: “Siamo forti, possiamo risalire in classifica” e così è stato. Simone, si conferma Deus Ex Machina del gruppo biancoceleste, e come se fossimo in una tragedia greca, è lui l’elemento risolutore delle questioni. Delle questioni della Lazio.  Ma la vittoria di ieri pomeriggio sulla Sampdoria di Ranieri, rappresenta qualcosa in più per il tecnico: è stata la sua 100esima vittoria – in Serie A – sulla panchina della Lazio. Subentrato a Pioli nell’aprile del 2016, Inzaghi s’è presa la sua Lazio e l’ha fatta ancora più sua. Ieri, il culmine: 100esima vittoria in 182 partite (100 vittorie, 34 pareggi, 47 sconfitte). Tripla cifra per Simone che è il quarto tecnico più veloce nella storia della competizione ad agguantare tale soglia. Meglio di lui solo: Capello (100 vittorie in 180 partite); Sarri (100 vittorie in 169 partite); Conte (100 vittorie in 145 partite).

Il Bayern come regalo

Testa al Bayern Monaco, finalmente, ora sì. Archiviata la Samp ci si può ora concentrare per la sfida più proibitiva dell’era Inzaghi. Il tecnico, nel post partita di ieri, ha lasciato trapelare quel timore che altro non è che rispetto nei confronti dei Bavaresi: “Era l’unica pallina che avremmo voluto evitare”. Il Bayern Monaco ha qualche problema, ieri è caduto in Bundesliga, ma anche la Lazio ha le sue problematiche tra i tanti infortuni ai quali deve far fronte. Ma poi, il mister, ha anche aggiunto: “È una partita che abbiamo voluto con tutte le nostre forze, ce l’andremo a giocare con tantissimo orgoglio”. Perché l’obiettivo della Lazio, della Lazio di Inzaghi, da un po’ di anni a questa parte è stato proprio questo: essere in Champions League e vivere serate – facendole vivere anche i tifosi – come quella che la attenderà martedì sera. Ce l’hai fatta Simone, la Lazio è tra le grandi d’Europa, e la sfida col Bayern dovrà essere un premio per gli sforzi profusi negli anni. Una passerella. Quale modo migliore, come regalo delle 100 vittorie in Serie A?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy