Giovedì si prepara la carica a Formello. Inzaghi pensa al 3-5-2 con la Roma per agguantare Eriksson

Giovedì si prepara la carica a Formello. Inzaghi pensa al 3-5-2 con la Roma per agguantare Eriksson

Domani verranno subito monitorate le condizioni di de Vrij. Poi il test nella partitella in famiglia che dovrebbe essere aperta ai tifosi, così come annunciato fra le righe da Immobile: “Li aspettiamo a casa”


ROMA – Ora la carica fa la forza: prima a Termini, ieri a Fiumicino. Giovedì a Formello: non c’è ancora l’ufficialità, ma Inzaghi ha promesso alla delegazione della Curva all’aeroporto che giovedì aprirà i cancelli del centro sportivo per l’abbraccio prima della partita più importante. Iniezione di fiducia e bagno di folla prima del derby a Formello, dove la Lazio riprenderà già domani a fare sul serio. Cercherà di forzare il rientro de Vrij, giovedì dovrebbe testare proprio in una partitella in famiglia il recupero. Mantengono una certa cautela, i medici, nonostante Inzaghi stia incrociando le dita con l’idea di poter incastrare la Roma (stile Napoli) con la difesa a tre, sopratutto se ci dovesse essere l’elegante piede olandese. Al suo fianco rimarrebbe il mostruoso Wallace: “Sta meritando di continuare a giocare”. E anche Radu, che fa il tifo per il ritorno al 3-5-2: “E’ più facile per i centrali, ma questo è il ruolo dove voglio giocare e per cui sono stato preso dalla Lazio”. Duecentouno presenze oggi, superato Chivu in Italia.

A FIUMINCINO “VOLA LAZIO VOLA”

ALTA QUOTA – Ora l’entusiasmo fa la forza. Per questo la Lazio, a suon di risultati, invoca l’aiuto del pubblico: obiettivo superare il record – si fa per dire – delle 34mila presenze con la Juve nel derby. Per questo, dopo aver raccolto quasi 20mila spettatori col Genoa, la Lazio ha rincarato al momento invano la dose dei mini-abbonamenti (la campagna finirà il 2 dicembre alle 18.30) inserendo la gara col Crotone in un nuovo tris per la combinazione vincente. I laziali devono credere a Inzaghi. Anche perché nel derby potrebbe prendersi la corona del maestro Eriksson: mancano appena tre punti a Simoncino per agguantare lo svedese a quota 31 lunghezze alla quindicesima giornata del secondo scudetto della Lazio. Oggi la Juve è con due gare d’anticipo (nonostante il ko shock di oggi a Genova) a trentatré, ma capitan Biglia vuole almeno tornare viceré: £Sappiamo dove abbiamo sbagliato l’anno scorso, non ripeteremo gli errori. E adesso vogliamo migliorare ancora la nostra classifica e riportare la Lazio dove merita”. Magari proprio ai danni della Roma (stasera impegnata col Pescara) col calore del pubblico. Parolo mette pressione a Immobile, a digiuno ormai da un mese: “Mi ha promesso che farà una doppietta nel derby”. Sta senz’pensieri, Cirù, ormai vox populi: “Aspettiamo i tifosi a Formello”. Per preparare insieme il gesto dell’ombrello: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy