E’ De Roon l’olandese prescelto? Scopriamolo…

Focus sul centrocampista ex Atalanta, accostato alla Lazio per il dopo-Biglia

di redazionecittaceleste

di Leonardo Mazzeo

ROMA – La Lazio deve correre ai ripari, e deve farlo alla svelta, per non lasciare Inzaghi senza un centrale di centrocampo. Con l’ormai imminente partenza di Biglia, la società biancoceleste si sta guardando intorno per trovare il sostituto ideale dell’argentino. Tra i diversi nomi che sono emersi in questi giorni, c’è anche quello di Marten de Roon. Che non sia lui l’olandese già preso dalla Lazio per 7,5 milioni? In realtà il Middlesbrough, nonostante la retrocessione in Championship, sulla carta lo valuta decisamente di più. Lo scopriremo a breve comunque, intanto andiamo a scoprire il giocatore.

CARRIERA

Vecchia (ma neanche troppo) conoscenza del calcio italiano, de Roon, classe 1991, ha prima militato nell’ASWH, squadra olandese con sede a Hendrik-Ido-Ambacht. Lì si è fatto notare dalla dirigenza del Feyenoord, che ha deciso di prelevarlo dal suo club di appartenenza e di inserirlo tra le fila delle sue giovanili. Poi il passaggio allo Sparta Rotterdam nel 2006, all’età di 16 anni. L’esordio in Eredivise arriverà nel 2009. Nel 2012 resterà sempre in Olanda, ma si trasferirà all’Herenveen. Da lì, il passaggio all’Atalanta per un milione e mezzo, e infine la cessione al Middlesbrough, che nell’estate dello scorso anno decide di acquistarlo per dieci milioni più bonus.

De Roon

CARATTERISTICHE TECNICHE

Un metro e ottantacinque centimetri, una struttura possente per un giocatore che fa della forza fisica la sua arma migliore. De Roon è bravo nei contrasti aerei, ma non solo: è decisivo nel gioco di anticipo, sa scegliere bene i tempi di intervento. Non a caso, prima di venire avanzato sulla linea di centrocampo giocava come difensore centrale. Questo non vuol dire che de Roon non abbia dalla sua un buon piede: sa lanciare e capovolgere il fronte offensivo, dopo aver recuperato il pallone in mezzo al campo. E’ dotato di una buona corsa, facilitata dalle leve lunghe. Un centrocampista completo, che sicuramente si trova a suo agio nel ruolo di mediano. Certo, non è Biglia: de Roon non calcia le punizioni come Lucas, non sforna assist per i compagni e non ha la stessa visione di gioco dell’argentino. Ma, affiancato da centrocampisti di qualità, può sicuramente trovarsi a suo agio.

FATTIBILITA’ DELL’OPERAZIONE

Il Middlesbrough, club nel quale, come detto, de Roon ha militato in questa stagione, è retrocesso in Championship. Questo può sicuramente favorire l’operazione: il giocatore è sulla lista dei partenti. Il prezzo del suo cartellino, comunque, resta alto. Si parla di quindici milioni di euro per il suo acquisto. Un investimento non indifferente, ma la Lazio potrebbe anche far leva sulla volontà del giocatore di andar via. E, in questo modo, prenderebbe un centrocampista dal rendimento quasi sicuro, dato che ha già militato in Serie A, dimostrando il suo valore.

La società biancoceleste potrebbe quindi mettere a segno un’operazione simile a quella che realizzò la Fiorentina cinque anni fa, quando andò a pescare dal retrocesso Villareal tre giocatori: Rossi (arrivato a gennaio del 2013), Borja Valero e Gonzalo Rodriguez. Proprio quest’ultimo, che sembrava vicino alla Lazio, ha parlato del suo futuro: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

12

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy