Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Champions League, per la Lazio solo un arrivederci

Mister Inzaghi si augura che sia solo un arrivederci alla Champions

Il tecnico Simone Inzaghi si augura che i biancocelesti possano qualificarsi anche per la prossima coppa dalle grandi orecchie

redazionecittaceleste

ROMA - "Usciamo con onore dalla competizione. Dopo 13 anni siamo tornati in Champions e dopo 20 agli ottavi di finale. Il primo passo è stato fatto, il secondo sarà tornare fin da subito in questa competizione. Ci sono ancora tante partite di campionato che possono portarci al quarto posto". Queste le parole del tecnico Inzaghi nel post partita che ha voluto esaltare i suoi ragazzi, ormai sotto la sua ala da 5 anni: "Questi ragazzi mi hanno dato tanto fino ad ora. Dobbiamo migliorare nei momenti di difficoltà. In campionato venivamo da 6 vittorie consecutive, poi abbiamo avuto delle assenze importanti. Il calcio è cambiato. Giocando ogni tre giorni servono rose allungate. Quest'anno avevo a disposizione in partenza tanti giocatori, ma abbiamo avuto troppi infortuni nella stesso reparto (la difesa ndr)".

Bayern superiore anche dal punto di vista atletico

Il tecnico biancoceleste si è detto soddisfatto dell'approccio alla gara dei suoi uomini, anche perché dopo il match d'andata certe paure aleggiavano nello spogliatoio laziale: "Era una partita rischiosa per noi. Non giocando concentrati sarebbe potuta essere una gara davvero complicata. Contava la prestazione e l'abbiamo fatta. Avremmo meritato di più. Qualificazione compromessa all'andata". 

Anche in campionato la Laziocommette sempre gli stessi errori banali in disimpegno, è poco cinica sotto porta. Sono tutte mancanze che in Champions non puoi assolutamente permetterti. Se poi ci aggiungi che di fronte hai la squadra più forte del mondo, allora non puoi far altro che limitare i danni. Siamo convinti, tuttavia, che nella doppia sfida i biancocelesti avrebbero potuto fare qualcosa di più. Ci auguriamo che questa esperienza possa servire da lezione per il prosieguo della stagione. Alla domanda di mister Capello sulla differenza di mentalità fra il Bayern e le squadre italiane, Inzaghi ha risposto: "Noi proviamo a trasmettere la stessa voglia ai nostri giocatori, ma qui siamo a livelli estremi. I bavaresi meritano tutte le vittorie che hanno conquistato".

Potresti esserti perso