Foggia: “Tare? Meglio da ds che da centravanti. Tamponi? Non credo alla malafede”

L’ex calciatore biancoceleste si esprime su alcuni temi caldi in casa Lazio

di redazionecittaceleste
Pasquale Foggia

ROMA – Il posticipo serale di oggi prevede la sfida fra Benevento e Roma allo stadio Ciro Vigorito. Mister Pippo Inzaghi vorrebbe fare un favore per la corsa Champions al fratello Simone, appaiato in classifica ai giallorossi. Il direttore sportivo del club campano, Pasquale Foggia, ha rilasciato un’intervista al Corriere dello Sport in cui ricorda anche i tempi d’oro alla Lazio: “Esperienza indimenticabile, formativa anche sul piano umano. Non dimenticherò mai la Coppa Italia vinta con 70mila persone allo stadio”.

Foggia

Parole sincere di elogio per Igli Tare: “Io seguo le mie idee. Ma se devo indicare un direttore bravo bravo, dico Tare. Meglio ora che quando giocava centravanti: da calciatore era più un difensore centrale”.

Infine una battuta sul caso tamponi che sta affliggendo la Lazio: “Non credo alla malafede. C’è stato sicuramente un fraintendimento, su certe cose non si scherza”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy