Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio, Ag. Immobile: “Ciro voleva festeggiare la Scarpa d’Oro con i tifosi”

Notizie Lazio - Immobile esultanza

L'agente di Ciro Immobile, Marco Sommella, ha parlato dell'assegnazione della Scarpa d'Oro: peccato solo per l'assenza del pubblico

redazionecittaceleste

ROMA - I microfoni di TMW hanno intercettato il pensiero dell'agente di Ciro Immobile, Marco Sommella. Il procuratore ha parlato del suo assistito a poche ore di distanza dall'assegnazione della Scarpa D'Oro. Dopo tanta attesa, finalmente il riconoscimento finirà nelle mani di King Ciro. Al termine della scorsa stagione, il bomber della Lazio si è confermato come il miglior marcatore di tutta Europa. L'unica rammarico inerente a questo premio, svela l'addetto ai lavori, è di non poterlo condividere con i suoi tifosi:

Nuova sfida fra Immobile e Lewandowski

"Finalmente ci siamo, questo titolo è il coronamento di una carriera. Peccato però che non potrà festeggiarlo con il pubblico. Sarebbe stato qualcosa di pazzesco se gliela avessero consegnata prima della sfida con il Bayern Monaco dell'Olimpico. Magari davanti ad 80 mila spettatori. A Ciro dispiace questa situazione, lui è un calciatore della gente. Speriamo ci sarà presto modo di farlo. Questo è un momento delicato per chiunque. Anche se è passato soltanto un anno, sembra già una vita fa. Le priorità sono cambiate".

"Ringraziamo il presidente Lotito. Si è mosso in prima persona per dare vita a quest'evento in luogo storico, istituzionale e di una certa importanza. Ha fascino e rappresenta la città. Ricevere tale premio in un posto così prestigioso, non è qualcosa che tutti i giocatori possono vantare di aver fatto. Solo due italiani sono riusciti a raggiungere questo traguardo prima di lui. Mentre solo Suarez era riuscito ad interrompere il dominio di Messi e di Ronaldo".

"Speriamo che Ciro e i suoi compagni di squadra possano interrompere presto questa striscia negativa. Appena un anno fa la Lazio era prima in classifica. Ora è piuttosto indietro, ma la sua squadra è ancora tra le più forti. Il calcio fisiologico è dovuto alle tante partite. Anche per questo non abbiamo visto la solita Lazio. Ci auguriamo di poter tornare in carreggiata il prima possibile".

Potresti esserti perso