Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

news

Lazio-Marsiglia, Milik: “Sarà una gara pericolosa, ma vogliamo far punti”

Milik

Le parole dell'attaccante polacco alla vigilia del match europeo contro i biancocelesti di domani pomeriggio

redazionecittaceleste

Alla vigilia di Lazio-Marsiglia, è intervenuto in conferenza stampa Arkadiusz Milik, che ha presentato così il match di domani. “A Napoli ho passato cinque anni, quindi conosco il campionato italiano. La Lazio è una squadra forte, che ha tanta qualità. Però io credo che l’Europa League non abbia nulla in comune con la Serie A. Domani mi aspetto una squadra pericolosa, per questo noi dovremo farci trovare pronti: affronteremo una partita dura. Sarà una gara difficile, il gruppo sta bene ma serve tempo per recuperare, è fondamentale. Purtroppo il tempo per rifiatare è poco, ma ora conta solo la gara con la Lazio, in seguito penseremo anche al campionato. Il rapporto con Sarri è buono. Lo rispetto, è un grande allenatore. A Napoli non abbiamo vinto ma abbiamo fatto bene. Si tratta di un allenatore forte che ha le idee chiare e un calcio offensivo”.

 Maurizio Sarri

Il ritorno in campo

Ho passato un periodo fuori per la riabilitazione, ora da circa un mese mi alleno con la squadra. A livello fisico mi sento bene, ho disputato tre partite. Sicuramente non posso ancora giocare otto gare consecutive, però il ginocchio sta bene e questo è quello che conta. Mi fa piacere della vittoria contro il Lorient e di aver segnato, ma ora testa a domani: vogliamo fare bene. Avrò bisogno di qualche gara per ritrovare il ritmo, per me non è stato un periodo semplice e ho anche saltato l’Europeo. Devo provare a capire il mio corpo, serve pazienza adesso. 

Sampaoli

A un attaccante fa sempre piacere essere allenati da uno come Sampaoli, che gioca in modo offensivo. Si tratta della cosa più bella al mondo, sei sempre pericoloso e vicino alla porta. Giocare in questo modo mi rende contento, abbiamo ancora margini di miglioramento e con il tempo faremo passi avanti. Siamo una squadra giovane, miglioreremo giocando. Gli attaccanti sentono sempre la responsabilità perché sono chiamati a fare la differenza, anche se non sempre ci si riesce. Abbiamo perso qualche punto in Europa League anche a causa della sfortuna. Domani vogliamo far punti e portare a casa la vittoria, ne abbiamo bisogno. Vincendo con la Lazio possiamo salire in classifica, questo è quello che conta”.