• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Zoom, Caicedo-Di Gennaro: ‘from zero to hero’?

Arrivati in sordina in biancoceleste, i due calciatori vogliono dimostrare il proprio valore. Riusciranno a smentire gli scettici?

di redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Alla fine del mercato forse ci si aspettava qualche acquisto più ‘da copertina’. L’arrivo del portoghese Nani è stato accolto con positività dalla piazza, ma in molti hanno pensato che si poteva fare di più. Alcuni dei nuovi acquisti non sono stati visti di buon occhio dal tifo laziale, considerati come ‘riempitivi’ di una rosa che andava ampliata e rafforzata in tutti i reparti per affrontare nel modo adeguato una stagione lunga e impegnativa. Tra i calciatori meno acclamati sicuramente ci sono l’attaccante Felipe Caicedo e il centrocampista Davide Di Gennaro.

FELIPE CAICEDO: LA PANTERA VUOLE TORNARE A MORDERE

caicedo2

L’attaccante ecuadoregno non è mai stato un cecchino implacabile. Nella sua ultima esperienza in Spagna con la maglia dell’Espanyol, Caicedo ha segnato 24 gol in 103 partite disputate; non propriamente una media gol da bomber di razza. Ma il neo-biancoceleste è un attaccante generoso, che lotta per aprire spazi per i compagni e che non si tira mai indietro. E’ venuto a Roma in cerca di riscatto, per dimostrare a se’ stesso e agli altri di essere un centravanti di livello e di potersi rendere utile in una squadra come la Lazio. Ha già esordito in gare ufficiali, il numero 20, ma il suo stato di forma non è ancora ottimale e i risultati sul campo sono stati modesti. L’obiettivo di Inzaghi sarà di valorizzarlo e renderlo una risorsa per i capitolini, anche perché il bomber Ciro Immobile non potrà giocarle tutte. Sarà Caicedo a guidare l’attacco in Europa League?

DAVIDE DI GENNARO: IN ATTESA DI UNA CHANCE

digennaro56

Chi ancora aspetta l’occasione di fare il suo esordio con la Lazio è Davide Di Gennaro. L’ex-centrocampista del Cagliari ha voglia di mettersi in mostra e sfruttare al massimo quella che considera l’apice della sua carriera. Nella passata stagione ha giocato 20 gare in Serie A, mettendo a segno due reti e 5 assist. Il 29enne vuole farsi largo nelle gerarchie della mediana biancoceleste, malgrado la concorrenza sia folta – difficile spodestare gente come Lucas Leiva, Milinkovic o Parolo  -, ma con i tanti impegni che i ragazzi di mister Inzaghi dovranno affrontare, potrà rendersi utile alla causa grazie alla sua dinamicità e alla capacità di impostare e servire i compagni che ha avidenziato la scorsa annata. Ora la palla passa al tecnico piacentino: deciderà di dargli una chance, magari subentrando contro il Milan? Intanto, anche i giovani portoghesi Pedro Neto e Bruno Jordao vogliono convincere tutti: CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy