Inzaghi firma per gli ultimi record

Inzaghi firma per gli ultimi record

Il tecnico vuole chiudere il campionato con 6 punti e superare Eriksson. Poi metterà nero su bianco il rinnovo sino al 2022

ROMA – Chiudere in bellezza. E col botto. Sei punti con Inter e Crotone per blindare il quarto posto e collezionare un altro record, quello relativo ai punti in classifica. L’ennesimo di una stagione esaltante. Al primato assoluto ne mancano tre, visto che nell’anno dello scudetto, il 1999-2000, la squadra di Eriksson ne aveva conquistati 72, anche se il torneo era a diciotto squadre. Insomma gli stimoli per fare bene le ultime due partite non mancano affatto. Archiviata la delusione per la sconfitta in coppa Italia, la Lazio si è rimessa al lavoro per l’ultimo sforzo. Inzaghi non vuole distrazioni e domani sera schiererà la squadra migliore. Da verificare le condizioni di Lukaku e de Vrij. Entrambi sono alle prese con noie muscolari, ma non sono così gravi da poter pensare di schierarli dall’inizio. Difficile più per il belga che per l’olandese. Gli assenti saranno Radu e Parolo. Il romeno è squalificato, mentre il centrocampista deve fare i conti con la brutta contusione rimediata a Firenze la settimana scorsa e forse c’è anche qualcosa a livello muscolare che potrebbe anche impedirgli di essere a disposizione per la trasferta di Crotone, ma questo si saprà più avanti.

LA FORMAZIONE
Inzaghi potrebbe tornare al 4-3-3. La sua prima intenzione sarebbe quella di confermare de Vrij al centro del reparto arretrato, ma se non dovesse farcela ci sarà Wallace, con Hoedt, se poi dovesse tornare sui suoi passi e confermare la difesa a tre, allora con i due centrali ci sarà anche Bastos. In mezzo al campo Milinkovic-Savic e Biglia sono sicuri del posto, con Lulic che è pronto a prendere la maglia e la zona di competenza di Parolo. Anche Felipe Anderson è certo di giocare dal primo minuto – assicura IlMessaggero – e nella rifinitura di quest’oggi si saprà se il brasiliano tornerà ad affiancare il duo Immobile-Keita oppure si sistemerà sulla fascia destra.

ACCORDO TOTALE
Gara con Inter a parte, c’è fermento per l’annuncio del rinnovo di Simone Inzaghi. Il presidente Lotito, anche nella cena di due sere fa, ha ribadito al tecnico non solo la completa fiducia, ma pure la volontà di costruire una squadra ancora più competitiva di quella attuale, a prescindere dalle possibili partenze di Keita e de Vrij. L’allenatore laziale è pronto a sottoscrivere un accordo di un milione di euro a salire a quasi due milioni con i bonus fino al 2021, con opzione a favore della società per il 2022. Il futuro è adesso, come assicurato anche dall’ex Mancini: CONTINUA A LEGGERE

Cittaceleste.it

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy