Cittaceleste.it
I migliori video scelti dal nostro canale

calciomercato

Lazzari rimane sul mercato: la Lazio pensa a un altro scambio col Bologna

Lazzari

I biancocelesti sembrano intenzionati a sacrificare l'ex giocatore della Spal. Dopo il nome di Orsolini spunta un'altra ipotesi con i rossoblu

redazionecittaceleste

In casa Lazio continua il lavoro frenetico per provare a cedere il prima possibile i giocatori ormai fuori dal progetto tecnico di mister Sarri. Senza addii, infatti, non si potranno effettuare gli acquisti richiesti dal tecnico biancoceleste per dare finalmente il via alla rivoluzione in casa Lazio. Nelle ultime ore sono arrivate diverse conferme riguardo almeno tre trattative: quella di Muriqi con l’Hull City, che rimane però in salita, e quelle di Lukaku con il Vicenza ed Escalante con l’Alaves. Un altro giocatore da tenere sotto attenta osservazione, però, è Manuel Lazzari. L’ex Spal, infatti, sta facendo fatica con Sarri. Abituato a giocare da esterno in un centrocampo a cinque, sembra non si stia adattando benissimo a fare il terzino nella linea a quattro. E, per questo, potrebbe essere il pezzo pregiato da immolare sull’altare della rivoluzione.

 Hickey contro la Lazio

Attenzione allora proprio all’ultima indiscrezione riportata da Il Messaggero. Stando a quanto si legge sul quotidiano romano, infatti, Lazzari torna a essere accostato al Bologna in un altro scambio. Dopo la suggestione Orsolini, infatti, è il momento di Aaron Hickey, giovanissimo - classe 2002 - terzino sinistro scozzese che sta facendo benissimo in questa prima parte di stagione. Dopo lo scorso campionato di ambientamento, infatti, fin qui Hickey è sempre sceso in campo trovando anche quattro volte - una contro la Lazio - la via del goal. Acquistato per appena 1,7 milioni di euro dall’Hearts, oggi la sua valutazione si attesta intorno ai 13 milioni.

Le richieste per il giocatore - oggi risultato positivo al Covid - non mancano, sia in Italia che all’estero. Ma la carta Lazzari potrebbe fare la differenza e portare a Sarri finalmente un terzino sinistro di ruolo di prospettiva e talento e, soprattutto, in grado di giocare con entrambi i piedi, come assicurava due anni fa Roger Arnott, responsabile del settore giovanile dell’Hearts. “Tra i tanti calciatori che ho visto nessuno è ambidestro come lo è lui. Se gli chiedete quale sia il suo piede preferito, potrebbe rispondervi un giorno il sinistro e un altro il destro”. Intanto, tiene banco anche la questione esuberi: i loro stipendi costano quasi 10 milioni <<<