• LE ULTIME NOTIZIE SULLA LAZIO? TUTTO IN DIRETTA SUL CANALE 85 DELLA TUA TV! TI ASPETTIAMO!

Zoom – Leiva: finalmente il Lucas giusto

Zoom – Leiva: finalmente il Lucas giusto

La finale di Supercoppa Italiana ha evidenziato le capacità del nuovo acquisto della Lazio

di redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Crampi, viso sofferente, capello fluente bagnato dal sudore di una partita tiratissima e dispendiosa. Lucas Leiva esce dal campo e la Lazio inizia a perdere alcune sicurezze; è meno abile nel portare il pressing e nell’interrompere le azioni della Juventus. Di lì a poco infatti, Dybala segna due reti e riapre una partita che sembrava chiusa da tempo, fortunatamente richiusa subito dalla rete del giovane Alessandro Murgia, che ha di fatto scritto il nome “Lazio” sulla Supercoppa Italiana.

LEIVA

Questo un piccolo riassunto del finale di partita di domenica sera che fa intuire l’importanza che, alla sua prima partita ufficiale in biancoceleste, ha avuto in mezzo al campo Lucas Leiva. L’essere abituato a giocare match di questo calibro e l’esperienza maturata in 10 anni di Premier League hanno permesso al centrocampista ex-Liverpool di prendere per mano la squadra guidata dalla panchina da mister Simone Inzaghi. La Supercoppa vinta ai danni della Juventus ha messo in evidenza le qualità del mediano brasiliano, un calciatore dallo spessore internazionale che ha mostrato da subito perché è stato scelto tra tanti per riempire il vuoto lasciato dall’ex capitano Lucas Biglia. Proprio sotto questo punto di vista l’argentino ora rossonero difettava: la capacità di gestire la pressione dei grandi match, prendere per mano la squadra e portarla ad alzare un trofeo. Troppe volte Biglia ha dovuto guardare con gli occhi bagnati dalle lacrime gli avversari gioire al termine di una finale. Troppe sfide sono state perse all’ultima curva, con la tanto agognata coppa che voleva farsi avvicinare, ma mai farsi prendere.

biglia

Adesso la Lazio per uscire da questo loop di finali perse ha dovuto cambiare timoniere alla propria nave. Il nuovo custode delle chiavi del centrocampo ha attributi e capacità mentali per portare un importante upgrade in casa biancoceleste, che si è già reso visibile nel 2-3 rifilato ai bianconeri. Non bisogna però dimenticare il regista dietro le quinte, quel Simone Inzaghi che sta convincendo tutti: CONTINUA A LEGGERE

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy