• ACCENDI LA TV, SUL CANALE 85 SIAMO IN DIRETTA: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SULLA SSLAZIO!

Caicedo: la ‘Pantera’ ha fame di gol

Il centravanti ecuadoregno si prepara ad una nuova chance in Europa League. Riuscirà a siglare la sua prima rete in biancoceleste?

di redazionecittaceleste

di Lorenzo Ottaviani

ROMA – Si avvicina il secondo appuntamento della stagione europea della Lazio. Gli Inzaghi Boys, rinfrancati dalla vittoria in emergenza sul campo del Verona, vogliono continuare a macinare punti anche in Europa League. Ecco lo Zulte Waregem, avversario abbordabile ma che non regalerà nulla ai capitolini, che saranno dunque chiamati ad una prova di carattere con in campo molte seconde linee – anche se non si tratta di una novità, di questi tempi -. Quindi largo ai sostituti, con Felipe Caicedo, tra gli altri, a guidare l’attacco della Prima Squadra dela Capitale. Dopo la buona prestazione messa in campo contro il Vitesse, l’ecuadoregno vuole tornare a segnare. Per un calciatore che ha siglato 8 gol in 27 partite europee, non può esserci miglior occasione per riprendere a gonfiare la rete avversaria. Adesso la ‘Pantera’ biancoceleste ha voglia di graffiare di nuovo, e chissà che non decida di ricominciare ad azzannare proprio nel prossimo turno di Europa League.

BOMBER DI SCORTA

immobile-caicedo

Francamente parlando, Felipe Caicedo un vero bomber non lo è mai stato. Infatti in 334 match disputati in carriera, le reti segnate dall’ex attaccante dell’Espanol sono 81 – con una media realizzativa di 0,2 gol a partita -, non proprio i numeri che si addicono ad un centravanti implacabile sotto porta. Se il 29enne di Guayaquil non eccelle nella finalizzazione, possiede altre importanti qualità che ha in parte già mostrato nel suo debutto da titolare in Europa League con la maglia della Lazio. La sua rapidità e generosità lo rendono un potenziale pericolo per le difese avversarie, inoltre possiede una buona tecnica di base che gli consente di effettuare giocate pregevoli come l’assist di tacco per il bel gol segnato da Ciro Immobile contro il Vitesse. Inoltre, la sua velocità abbinata al fisico possente gli permette di reggere bene nei contrasti e di sfuggire alla marcatura dei difensori avversari. Certo, i gol ancora non sono arrivati. Ma onestamente va ammesso che sostituire degnamente un giocatore come Ciruzzo sia dal punto di vista del lavoro per la squadra, sia da quello realizzativo sarebbe impresa quantomeno ardua per la grande maggioranza degli attaccanti della nostra Serie A. Per questo Caicedo può dimostrare già da giovedì di essere quel vice-Immobile che i tifosi capitolini sperano, magari segnando il proprio nome sul tabellino dei marcatori per la prima volta all’ombra del Colosseo. Queste intanto le ultime notizie dal centro sportivo di Formello riguardo le probabili scelte di Inzaghi sull’undici anti-Zulte: CONTINUA A LEGGERE

13.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy